Domini » Strumenti e software http://www.domini.it Fri, 28 Aug 2015 15:02:33 +0000 it-IT hourly 1 http://wordpress.org/?v=4.3 E gli utenti non si fidano di Google. Strano ma vero. http://www.domini.it/post/3604/e-gli-utenti-non-si-fidano-di-google-strano-ma-vero/ http://www.domini.it/post/3604/e-gli-utenti-non-si-fidano-di-google-strano-ma-vero/#comments Thu, 31 Jan 2013 10:11:34 +0000 http://www.domini.it/?p=3604 Una approfondita analisi del Ponemon Institue ha pubblicato la versione 2012 di uno studio interessante e per molti versi sorprendete, visto che coinvolge alcune tra le aziende più accreditate degli ultimi 20 anni. Sorprendente dicevamo, se si pensa che l’indagine fa riferimento alla fiducia che gli utenti o i clienti hanno di alcune aziende e ...

L'articolo E gli utenti non si fidano di Google. Strano ma vero. sembra essere il primo su Domini.

]]>
Una approfondita analisi del Ponemon Institue ha pubblicato la versione 2012 di uno studio interessante e per molti versi sorprendete, visto che coinvolge alcune tra le aziende più accreditate degli ultimi 20 anni. Sorprendente dicevamo, se si pensa che l’indagine fa riferimento alla fiducia che gli utenti o i clienti hanno di alcune aziende e l’ argomento su cui avere o non avere fiducia è la privacy.

Nell’analisi ci si interroga infatti sull’ atteggiamento che certe aziende hanno nei confronti della Privacy e sul modo in cui questa viene tutelata, sulla base ovviamente del loro modo di trattare gli utenti, di rapportarsi a loro, di tutelare davvero la loro privacy. Quello che colpisce è che nella classifica delle aziende in cui riporre fiducia, dominano come c’era da aspettarsi le aziende IT, ma non mancano sorprese.

Grandi assenti infatti Google, Apple, Yahoo!. La classifica, basata su 100 mila consumatori premia invece American Express, Hewlett-Packard e Amazon per la tutela dei dati personali  mentre Ebay si piazza al nono posto. Mozilla invece sembra particolarmente orgogliosa del suo “Most Trusted Internet Company for Privacy” anche se in ventesima posizione, perché rappresenta in ogni caso un’ottima posizione, ancor di più se si pensa ai grandi esclusi. Nella classifica e nelle interviste fatte agli utenti però si nota anche come ci siano lamentele di vario tipo sulle motivazioni legate a questa scarsa fiducia nei confronti di certe aziende, dovuta per lo più a violazioni di account, scarsa padronanza nella gestione dei propri dati personali, poco controllo delle informazioni personali.

Quello che ci sembra insolito è proprio l’atteggiamento degli utenti verso certi giganti, sempre molto presenti nel panorama aziendale, soprattutto nel settore tecnologia che ha sempre più a che fare con la Privacy. Uno dei tempi più caldi sembra, perché le aziende si valutano come è giusto che sia anche e soprattutto da come ci trattano.

L'articolo E gli utenti non si fidano di Google. Strano ma vero. sembra essere il primo su Domini.

]]>
http://www.domini.it/post/3604/e-gli-utenti-non-si-fidano-di-google-strano-ma-vero/feed/ 0
Microsoft Office 2013, tutto pronto anche in Italia http://www.domini.it/post/3600/microsoft-office-2013-tutto-pronto-anche-in-italia/ http://www.domini.it/post/3600/microsoft-office-2013-tutto-pronto-anche-in-italia/#comments Tue, 29 Jan 2013 09:52:41 +0000 http://www.domini.it/?p=3600 Tutto pronto finalmente per Microsoft Office 2013, versione definitiva della nuova suite indispensabile per chi utilizza quotidianamente Word, Excel, PowerPoint e OneNote, installabile sul proprio PC (soltanto uno). Esistono varie versioni, pensate per tutte le necessità, a costi differenti. Si può scegliere la versione Office Home and Student 2013, per la famiglia, la scuola e ...

L'articolo Microsoft Office 2013, tutto pronto anche in Italia sembra essere il primo su Domini.

]]>
Tutto pronto finalmente per Microsoft Office 2013, versione definitiva della nuova suite indispensabile per chi utilizza quotidianamente Word, Excel, PowerPoint e OneNote, installabile sul proprio PC (soltanto uno).

Esistono varie versioni, pensate per tutte le necessità, a costi differenti. Si può scegliere la versione Office Home and Student 2013, per la famiglia, la scuola e l’università  con Word, Excel, PowerPoint e OneNote, disponibile al prezzo di 119 euro.

C’è poi una versione più avanzata, al costo di 269 euro ovvero Office Home and Business pensata soprattutto per professionisti e aziende e poi la versione Professional, che include Publisher ed Access, al costo di 539 euro. Un’importante novità per queste nuove versioni di Office è invece Premium: in pratica la versione cloud in abbonamento a 99 euro l’anno, con cui è possibile utilizzare la suite completa al massimo su cinque PC e su dispositivi mobile. Si può avere poi lo spazio extra su Sky drive e 60 minuti di chiamate internazionali con Skype. Con Sky Drive si possono salvare documenti, programmi ed effettuare maggiori e forse migliori integrazioni con Linkedin, Facebook, Flickr.

Ci sono inoltre le evoluzioni di ciascun programma: Word permetterà una migliore gestione dei documenti in PDf, Outlook diventerà più social e probabilmente ci saranno tante altre novità, da scoprire in corso d’opera. Sul sito dedicato tutte le spiegazioni caso per caso, per scoprire quanto c’è da sapere sulle novità riguardo a questo prezioso strumento di lavoro e svago per chi utilizza il Pc ogni giorno.

L'articolo Microsoft Office 2013, tutto pronto anche in Italia sembra essere il primo su Domini.

]]>
http://www.domini.it/post/3600/microsoft-office-2013-tutto-pronto-anche-in-italia/feed/ 0
Megaupload, tante novità e qualche somiglianza http://www.domini.it/post/3581/megaupload-tante-novita-e-qualche-somiglianza/ http://www.domini.it/post/3581/megaupload-tante-novita-e-qualche-somiglianza/#comments Tue, 22 Jan 2013 11:52:51 +0000 http://www.domini.it/?p=3581 Le vicissitudini legate a Megaupload sono note a tutti, soprattutto per il suo principale autore, quel Kim DotCom accusato di pirateria informatica perché il suo sito offriva agli utenti la possibilità di scaricare gratis film e video senza alcuna autorizzazione. Dopo le vicende processuali, Kim DotCom era rientrato sui suoi passi, proponendo una versione di Megaupload ...

L'articolo Megaupload, tante novità e qualche somiglianza sembra essere il primo su Domini.

]]>
Le vicissitudini legate a Megaupload sono note a tutti, soprattutto per il suo principale autore, quel Kim DotCom accusato di pirateria informatica perché il suo sito offriva agli utenti la possibilità di scaricare gratis film e video senza alcuna autorizzazione.

Dopo le vicende processuali, Kim DotCom era rientrato sui suoi passi, proponendo una versione di Megaupload più leggera, con dati che potevano essere caricati o scaricati solo dopo un’opportuna iscrizione con password.

Adesso per Megaupload ci sono novità ulteriori perché somiglia molto a quanto pare, a Dropbox o a Google Drive, strumenti utili per realizzare e gestire il proprio archivio. Nel caso di Megaupload nuova versione si potrà effettuare un primo login che dovrebbe mantenere l’account sicuro protetto da password e poi permettere agli utenti di caricare o scaricare video.

Una nuova forma quindi: non più un sito con accesso libero e possibilità di scaricare gratis ogni tipo di video, ma un accesso protetto da iscrizione (gratuita) e la gestione di una sorta di archivio, proprio come avviene con Dropbox o Google Drive, con in più la possibilità di gestirsi caricando e scaricando i video che si decide di vedere.

Un servizio di cloud a tutti gli effetti quindi, con in più una quantità di dati messi a disposizione che fa la differenza: 50 Gb gratis per tutti, più di Google e Dropbox. Se poi si ha bisogno di più spazio allora c’è da sostenere un costo che dovrebbe arrivare a 10 dollari per 500 Giga. Tutto in ordine quindi per Kim DotCom, anche se dietro l’angolo c’è chi aspetta sorprese a non finire e sicuramente non mancheranno a giudicare la fama di un personaggio come DotCom.

L'articolo Megaupload, tante novità e qualche somiglianza sembra essere il primo su Domini.

]]>
http://www.domini.it/post/3581/megaupload-tante-novita-e-qualche-somiglianza/feed/ 0
iPhone 5: calano le vendite. Problemi per Apple? http://www.domini.it/post/3568/iphone-5-calano-le-vendite-problemi-per-apple/ http://www.domini.it/post/3568/iphone-5-calano-le-vendite-problemi-per-apple/#comments Wed, 16 Jan 2013 09:53:30 +0000 http://www.domini.it/?p=3568 Sorprese di inizio anno per Apple e non del tutto positive. Le sorprese riguardano l’ultimo nato nel quartier generale di Cupertino, dove l’azienda di Steve Jobs realizza da sempre prodotti che diventano per molti irrinunciabili e soprattutto contribuiscono ad un notevole miglioramento del mondo della telefonia. Parliamo dell’ iPhone5, che ha per il momento venduto ...

L'articolo iPhone 5: calano le vendite. Problemi per Apple? sembra essere il primo su Domini.

]]>
Sorprese di inizio anno per Apple e non del tutto positive. Le sorprese riguardano l’ultimo nato nel quartier generale di Cupertino, dove l’azienda di Steve Jobs realizza da sempre prodotti che diventano per molti irrinunciabili e soprattutto contribuiscono ad un notevole miglioramento del mondo della telefonia.

Parliamo dell’ iPhone5, che ha per il momento venduto molto meno del previsto, tanto che Apple ha ridotto gli ordini delle componenti necessarie ad assemblarlo, come dichiarato dal Wall Street Journal, fonte di riferimento quando si tratta di tecnologia, vendite, grandi aziende.

Con gli iPhone in crescita  è aumentata negli ultimi anni anche la concorrenza, basti pensare al successo di Samsung con il suo Galaxy che in poco tempo, grazie anche agli smartphone low cost ha superato la Apple per numero di prodotti venduti, facendo tremare un colosso come l’azienda dell’ indimenticato Steve Jobs e riuscendo ad inserirsi saldamente sul mercato. Complice la concorrenza quindi, l’iPhone ha visto un calo significativo delle vendite ma adesso con l’iPhone5 si comincia a risentire e tanto di questo andamento.

A seguito appunto della  crescita di Galaxy e Android le azioni Apple che prima avevano raggiunto un massimo storico di 705,7 dollari, hanno subito un progressivo declino, fino ai 520,30 dollari di venerdì 11 Gennaio. Per quanto riguarda invece le quote di mercato, Apple è passata da un controllo del 14,6 % al 23%, mentre Samsung è passata dall’8,8% al 31,3%.

I dati riportati sempre dal Wall Street Journal, si rivelano indicativi di una tendenza precisa e di aspettative forse deluse da parte dell’iPhone 5 verso gli appasionati ed i potenziali clienti. Dovrebbe forse anche Apple pensare come è stato per Google ad un portfolio più ampio di possibilità, prodotti, applicazioni dedicate agli utenti finali, oltre ad essere al momento molto condizionato dai cambiamenti all’interno della società, dalla morte di Steve Jobs ai cambi al vertice e nei ruoli chiave che condizionano come sempre l’andamento di una società, soprattutto nel settore smartphone, che ha bisogno di un’evoluzione costante e di un aggiornamento continuo.

L'articolo iPhone 5: calano le vendite. Problemi per Apple? sembra essere il primo su Domini.

]]>
http://www.domini.it/post/3568/iphone-5-calano-le-vendite-problemi-per-apple/feed/ 0
Tornano i Webinar di Register.it : si parla di strategie di vendita http://www.domini.it/post/3562/tornano-i-webinar-di-register-it-si-parla-di-strategie-di-vendita/ http://www.domini.it/post/3562/tornano-i-webinar-di-register-it-si-parla-di-strategie-di-vendita/#comments Mon, 14 Jan 2013 15:02:21 +0000 http://www.domini.it/?p=3562 Torna ed inaugura il nuovo anno la stagione di Register.it dedicata alla Formazione, con il corso online sulle strategie di vendita che si svolgerà il prossimo 16 Gennaio 2013. Questa volta dopo il successo delle sessioni precedenti, il Webinar è dedicato al mondo dei Reseller. Al centro dell’attenzione, in linea proprio con il programma Reseller, ...

L'articolo Tornano i Webinar di Register.it : si parla di strategie di vendita sembra essere il primo su Domini.

]]>
Torna ed inaugura il nuovo anno la stagione di Register.it dedicata alla Formazione, con il corso online sulle strategie di vendita che si svolgerà il prossimo 16 Gennaio 2013. Questa volta dopo il successo delle sessioni precedenti, il Webinar è dedicato al mondo dei Reseller.

Al centro dell’attenzione, in linea proprio con il programma Reseller, pensato per i rivenditori di una gamma di prodotti Register.it c’è la possibilità di formarsi e scoprire come utilizzare e rivendere i prodotti proposti sul mercato da Register.it.

Si parlerà poi di come sviluppare l’acquisizione di nuovi clienti, andando quindi a scoprire nuove strategie per vendere di più e meglio.

Il programma Reseller del resto è da sempre dedicato a coloro che desiderano riproporre ai propri clienti prodotti e servizi Register.it. Si tratta per esempio di agenzie web, liberi professionisti, piccole e medie società che hanno a che fare con una clientela più o meno vasta ed utilizzando un minimo comun denominatore (per esempio il dominio e lo spazio web acquistato con Register.it) propongono alla clientela un prodotto più funzionale e completo, perché più facile per loro stessi da gestire.

Coloro che sono Reseller domini per esempio possono approfondire i temi che riguardano le loro strategie di vendita, pur mantenendo la caratteristica di essere appunto rivenditori a tutti gli effetti e dunque di dover gestire più prodotti per un unico cliente. In occasione del Webinar, che ricordiamo si svolgerà mercoledì 16 Gennaio alle ore 15, collegandosi al link dedicato al corso si potranno approfondire i temi riguardanti la gamma di prodotti, la gestione dei domini, le soluzioni hosting, i pack pronti ad essere utilizzati e molto altro. Si comprenderà quindi come da rivenditori si può affrontare il mondo dei prodotti Register.it, senza perdere di vista il fine ultimo che è il miglioramento delle proprie strategie di vendita.

Il Webinar sarà tenuto da Francesco Magnano, Sales Manager del gruppo Dada, da tre anni è alla guida dei team commerciali di Italia, Francia e Spagna e country manager di Nominalia.com.

L'articolo Tornano i Webinar di Register.it : si parla di strategie di vendita sembra essere il primo su Domini.

]]>
http://www.domini.it/post/3562/tornano-i-webinar-di-register-it-si-parla-di-strategie-di-vendita/feed/ 0
Messenger chiude il 15 Marzo http://www.domini.it/post/3557/messenger-chiude-il-15-marzo/ http://www.domini.it/post/3557/messenger-chiude-il-15-marzo/#comments Fri, 11 Jan 2013 10:45:04 +0000 http://www.domini.it/?p=3557 Messenger chiuderà i battenti il 15 marzo. Se ne era parlato già lo scorso novembre quando la chiusura di Messenger era stata annunciata da più parti e poi era rimasta nell’ aria fino ad oggi, quando ormai la notizia sembra essere confermata. Le intenzioni sono quelle di spostare gli utenti su Skype già nel 1° ...

L'articolo Messenger chiude il 15 Marzo sembra essere il primo su Domini.

]]>
Messenger chiuderà i battenti il 15 marzo. Se ne era parlato già lo scorso novembre quando la chiusura di Messenger era stata annunciata da più parti e poi era rimasta nell’ aria fino ad oggi, quando ormai la notizia sembra essere confermata.

Le intenzioni sono quelle di spostare gli utenti su Skype già nel 1° trimestre di quest’anno, per cui entro il prossimo 15 Marzo 2013 tutti gli utenti che hanno account dovranno utilizzare Skype, tutti tranne gli utenti in Cina, che potranno ancora utilizzare la piattaforma gestita a livello locale.

Gli utenti quindi vedranno comparire un messaggio  in cui si dirà in pratica che per loro è il momento di aggiornare Messenger passando direttamente a Skype. E del resto non poteva essere altrimenti per Microsoft, dato che conservare entrambi i servizi risultava quasi del tutto inutile.

Le novità riguardano ovviamente tutti i servizi offerti da Messenger che si troveranno ad essere importati in toto su Skype e potranno quindi essere adottati a tutti gli effetti, in modo che nessun utente possa perdere contatti e abitudini di comunicazione. Il 15 marzo quindi su Messenger si potrà effettuare l’acceso, ma subito ci sarà una richiesta di aggiornamento per cui e con cui si potrà proseguire nelle attività ormai familiari ai numerosi iscritti.

Il futuro sarà senza dubbio caratterizzato dalle reazioni di tutti coloro che avevano Messenger tra i sistemi di comunicazione preferiti, che se ancora non l’avessero fatto dovranno necessariamente abituarsi a Skype, ormai a tutti gli effetti il canale privilegiato per chat, videochiamate e telefonate, cresciuto in fretta negli ultimi due anni, che adesso andrà anche grazie a Messenger a superare gli oltre 300 milioni di utenti.

L'articolo Messenger chiude il 15 Marzo sembra essere il primo su Domini.

]]>
http://www.domini.it/post/3557/messenger-chiude-il-15-marzo/feed/ 0
Addio Netbook. Per sempre ? http://www.domini.it/post/3540/addio-netbook-per-sempre/ http://www.domini.it/post/3540/addio-netbook-per-sempre/#comments Fri, 04 Jan 2013 10:09:29 +0000 http://www.domini.it/?p=3540 Era stato presentato come il prodotto tecnologico dell’anno, come esempio di innovazione e come strumento utile per comunicare ancor più rapidamente ed in modo pratico, viste le dimensioni ridotte e la facile trasportabilità. Introdotto da Acer e Asus inizialmente nel 2007 si è poi proposta una versione più leggera, con cui si è andati verso ...

L'articolo Addio Netbook. Per sempre ? sembra essere il primo su Domini.

]]>
Era stato presentato come il prodotto tecnologico dell’anno, come esempio di innovazione e come strumento utile per comunicare ancor più rapidamente ed in modo pratico, viste le dimensioni ridotte e la facile trasportabilità.

Introdotto da Acer e Asus inizialmente nel 2007 si è poi proposta una versione più leggera, con cui si è andati verso un calo delle vendite nel 2009, fino ad una mesta uscita di scena.

Del resto la concorrenza da parte dei tablet si è fatta subito sentire, con un sorpasso vero e proprio: sono stati venduti ad oggi 63 milioni di tablet, contro i 30 milioni di netbook come indicato anche da The Guardian in una recente analisi.

Non ci sono solo i Tablet, ad insidiare il mercato, un ostacolo potrebbe essere anche un ritorno al mondo dei portatili con il Chromebook prodotto da Samsung, sistema operativo ideato da Google, prodotto che i più appassionati guardano con attenzione, vista un’uscita sul mercato interessante e tutto sommato conveniente.

Sembra quindi scontato il trapasso di un prodotto che voleva fare la differenza, ma che presto si è rivelato pieno di problematiche e di difficoltà nel crescere su un mercato ricco di prodotti che fanno a gara per essere innovativi, ma non sempre trovano il consenso del pubblico spesso esigente più di quanto non si immagini. La parabola discendente del netbook è certamente dovuta a tanti aspetti, non solo la concorrenza, ma anche la percezione di uno strumento non proprio così utile come sembrava all’inizio: sì la leggerezza, sì la facile trasportabilità, ma alcuni limiti sono stati comunque sia riscontrati, forse legati alla gestione di alcuni programmi, forse per altri versi legati alle possibilità di utilizzo, ma di sicuro si tratta di un prodotto che sta scomparendo senza troppo clamore. Vedremo se ci sarà a breve un sostituto ufficiale oppure quella del portatile super leggro resterà un’esperienza isolata, la storia di un successo breve e non troppo intenso, che probabilmente renderà protagonista un altro prodotto, magari più all’ avanguardia di altri e dello stesso netbook, che a quanto pare sembra aver deluso le aspettative dei più.

L'articolo Addio Netbook. Per sempre ? sembra essere il primo su Domini.

]]>
http://www.domini.it/post/3540/addio-netbook-per-sempre/feed/ 0
2013 anno dei Tablet ? http://www.domini.it/post/3534/2013-anno-dei-tablet/ http://www.domini.it/post/3534/2013-anno-dei-tablet/#comments Wed, 02 Jan 2013 16:27:48 +0000 http://www.domini.it/?p=3534 L’inizio di un nuovo anno è per molti motivo di buoni propositi, progetti e previsioni lette qua e là. Ci soffermiamo a pensare al futuro, a quello che sarà innovativo, a quello che andrà ad affermarsi nell’ anno appena iniziato. E tra le tante recensioni, interessante quella di  Walt Mossberg sul Wall Street Journal, sui prodotti ...

L'articolo 2013 anno dei Tablet ? sembra essere il primo su Domini.

]]>
L’inizio di un nuovo anno è per molti motivo di buoni propositi, progetti e previsioni lette qua e là. Ci soffermiamo a pensare al futuro, a quello che sarà innovativo, a quello che andrà ad affermarsi nell’ anno appena iniziato.

E tra le tante recensioni, interessante quella di  Walt Mossberg sul Wall Street Journal, sui prodotti che a suo parere domineranno il 2013, ovviamente sulla scia di quello che è stato il 2012. Nel settore delle tecnologie, per i singoli consumatori il 2013 sarà stando a Mossberg, l’anno della tv intelligente, ma soprattutto sarà l’anno dei Tablet, grazie anche al nuovissimo iPad Mini, più economico e forse più pratico.

Il nuovo iPad Mini sarà costretto alla concorrenza con Android, sistema operativo per dispositivi mobili di Google installato su decine di diversi tablet che fa passi da gigante quanto a miglioramenti e cambiamenti. Sul mercato poi c’è Surface, tablet targato Microsoft presentato di recente, ma ancora in attesa di migliorie da presentare in via più ufficiale. Gli appassionati di tecnologia certamente non si lasceranno sfuggire la possibilità di conoscere un mercato nuovo, fatto di nuovi dispositivi, sempre più nuovi, sempre più all’ avanguardia. Altra novità: i prezzi degli smartphone dovrebbero drasticamente ridursi per favorire un incremento degli acquisti in tal senso, con una forte virata verso lo smartphone come strumento principale di telefonia.

Il 2013 poi, stando proprio all’ analisi di Mossberg dovrebbe essere in via definitiva l’anno della Internet delle Cose, per cui o grazie a cui ogni oggetto potrà essere potenzialmente e concretamente collegato alla rete, in modo da favorire un ponte costante con il web. Non resta dunque che aspettare, per una valutazione di quelle che sono al momento le previsioni di Mossberg in tema di tecnologia, per capire se davvero l’anno dei Tablet è quello in corso e se ci sarà spazio per l’affermazione  di questi dispositivi o ce ne saranno altri ad avere il sopravvento.

L'articolo 2013 anno dei Tablet ? sembra essere il primo su Domini.

]]>
http://www.domini.it/post/3534/2013-anno-dei-tablet/feed/ 0
Le emoticon compiono 30 anni http://www.domini.it/post/3525/le-emoticon-compiono-30-anni/ http://www.domini.it/post/3525/le-emoticon-compiono-30-anni/#comments Thu, 27 Dec 2012 15:16:43 +0000 http://www.domini.it/?p=3525 È sempre stata la cosa più difficile da esprimere: rendere il tono e le intenzioni quando si scrive. Di persona – si sa –  è tutta un’altra cosa: ci sono le espressioni del volto, del corpo, l’intonazione della voce; ma quando si a che fare solo con la scrittura tutto diventa più complicato, perché le ...

L'articolo Le emoticon compiono 30 anni sembra essere il primo su Domini.

]]>
È sempre stata la cosa più difficile da esprimere: rendere il tono e le intenzioni quando si scrive. Di persona – si sa –  è tutta un’altra cosa: ci sono le espressioni del volto, del corpo, l’intonazione della voce; ma quando si a che fare solo con la scrittura tutto diventa più complicato, perché le frasi possono cambiare il loro senso anche di molto in base all’intonazione e alla gestualità che usiamo quando le pronunciamo. Questo problema è stato in parte risolto 30 anni fa con le prime messaggistiche elettroniche, quando sono stati inventati quelli che oggi sono chiamati “emoticon” ma che tutti probabilmente conoscono meglio con il nome di “faccine”, almeno in Italia. Gli smiley (questo il nome più comune in inglese), infatti, sono nati proprio nel 1982 in Pennsylvania, alla Carnegie Mellon University di Pittsburgh quando il professor Scott Fahlman decise di accompagnare dei messaggi scherzosi sulle bacheche elettroniche dalla sequenza di due punti, linetta e parentesi che se ruotati di 45 gradi danno l’idea di una faccia che sorride. Da lì alla faccina che invece è triste il passo è stato breve. Col passare degli anni poi le faccine si sono diffuse in tutto il mondo ed usando la fantasia e i caratteri ASCII ne sono nate nuove a migliaia. Si è potuto esprimere così mille altre emozioni ed espressioni: stupore, noia, rabbia, pianto ecc. Poi si è passati anche ad vere e proprie rappresentazioni di oggetti animali. Con la diffusione di Facebook sono talmente entrate nell’uso comune che ormai quasi tutti sanno che per disegnare un cuoricino basta digitare il simbolo di minore con il 3 accanto (<3).

Buon compleanno alle emoticon, allora, che ci hanno reso un po’ più facile e divertente lo scrivere.

L'articolo Le emoticon compiono 30 anni sembra essere il primo su Domini.

]]>
http://www.domini.it/post/3525/le-emoticon-compiono-30-anni/feed/ 0
Si parla di E-commerce con Register.it e uno speaker d’eccezione http://www.domini.it/post/3491/si-parla-di-e-commerce-con-register-it-e-uno-speaker-deccezione/ http://www.domini.it/post/3491/si-parla-di-e-commerce-con-register-it-e-uno-speaker-deccezione/#comments Wed, 05 Dec 2012 08:59:02 +0000 http://www.domini.it/?p=3491 Continua il grande impegno nel mondo della formazione online per Register.it, con la terza edizione della sezione dedicata al mondo e-commerce. A seguito del successo dei primi due Webinar, il primo dedicato al mondo dell’e-commerce in generale, il secondo con maggiori dettagli ed informazioni,  adesso è la volta dell’ edizione numero tre che permetterà a tutti ...

L'articolo Si parla di E-commerce con Register.it e uno speaker d’eccezione sembra essere il primo su Domini.

]]>
Continua il grande impegno nel mondo della formazione online per Register.it, con la terza edizione della sezione dedicata al mondo e-commerce.

A seguito del successo dei primi due Webinar, il primo dedicato al mondo dell’e-commerce in generale, il secondo con maggiori dettagli ed informazioni,  adesso è la volta dell’ edizione numero tre che permetterà a tutti coloro che vorranno seguirla la possibilità di addentrarsi ancora di più nel mondo e-commerce e nell’ approccio strategico collegato a questo.

C’è di più, per questa terza edizione lo speaker che collaborerà con Register.it è uno dei più preparati e seguiti professionisti del settore. Si tratta di Fabio Lalli, che si occupa di Ict da oltre 13 anni ed è Ceo di Iquii, social media factory e Followgram, web app che ad oggi ha 1,6 milioni di utenti.

Fabio ha collaborato con i più importanti network ed aziende nell’ ambito del marketing, della business intelligence, dei social media, della gestione di progetti in ambito web. Tra le tante esperienze ha fondato anche Indigeni Digitali, rete di professionisti in ambito digital, all’ avanguardia e molto ricca di spunti interessanti, proposte, idee, creatività.

Un contributo ancora una volta di grande valore per un percorso di formazione che attraverso la semplicità e la grande interazione date dall’essere online, guiderà tutti coloro che parteciperanno verso la realizzazione di un e-commerce ma non solo anche verso una precisa strategia da mettere a punto, grazie al modo in cui si può strutturare e realizzare un e-commerce, secondo un efficacia verosimile. L’appuntamento da segnare in agenda è per le 15: seguendo il link dedicato si può partecipare al corso anche questa volta gratuito.

L'articolo Si parla di E-commerce con Register.it e uno speaker d’eccezione sembra essere il primo su Domini.

]]>
http://www.domini.it/post/3491/si-parla-di-e-commerce-con-register-it-e-uno-speaker-deccezione/feed/ 0