Domini https://www.domini.it Fri, 20 Oct 2017 12:24:25 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.8.2 “Ok Google” o “Hey Google”? Come cambiano i comandi vocali di Google https://www.domini.it/post/6098/ok-google/ https://www.domini.it/post/6098/ok-google/#respond Wed, 18 Oct 2017 10:14:49 +0000 https://www.domini.it/?p=6098 Tanti i magazine online che in questi giorni hanno parlato di quella che sembra essere, ma solo apparentemente, una piccola variazione sul tema. In realtà la novità è molto più complessa di quanto non sembri e riguarda il mondo dei comandi vocali. Un mondo collegato ampiamente al mondo dell'interazione uomo-macchina e di una interazione che [...]

L'articolo “Ok Google” o “Hey Google”? Come cambiano i comandi vocali di Google sembra essere il primo su Domini.

]]>
ok google

Tanti i magazine online che in questi giorni hanno parlato di quella che sembra essere, ma solo apparentemente, una piccola variazione sul tema. In realtà la novità è molto più complessa di quanto non sembri e riguarda il mondo dei comandi vocali. Un mondo collegato ampiamente al mondo dell’interazione uomo-macchina e di una interazione che cambierà certamente anche i rapporti tra le persone. E molto probabilmente anche nel caso delle ricerche online vale questo principio.

I comandi vocali per navigare in rete sono di sicuro una delle innovazioni più importanti nel mondo delle nuove tecnologie. Una soluzione certamente di grande importanza, per tutte le condizioni in cui si è impossibilitati a digitare i tasti. E in poco tempo il comando vocale “Ok Google” è diventato il modo più rapido per utilizzare al meglio il motore di ricerca più famoso al mondo.

Ci sono però delle novità in cantiere, legate proprio all’uso di alcuni termini, considerati più colloquiali almeno negli USA e capaci di facilitare i passaggi da una pagina all’altra. Sono i termini considerati “hotword“, quelle parole che attivano determinati sistemi vocali e possono quindi favorire passaggi specifici, come quelli da una pagina all’altra.

Da qualche tempo però sembrerebbe che a “Ok Google” si preferisca un tono più colloquiale ovvero “Hey Google“, espressione che negli Usa è considerata amichevole e più usata. Non solo: l’algoritmo pensato in Mountain View per questo tipo di comandi deve riconoscere in modo inequivocabile il senso del comando digitato o pronunciato vocalmente.

In questo modo è impossibile sbagliare e pensare a risultati poco affini con le richieste dell’utente. E dunque si è cercata un’espressione inconfondibile ma efficace almeno quanto l'”ok” di Google, che andrà però a sostituirlo nei prossimi mesi. Un’espressione breve ma efficace, usata di frequente e altrettanto semplice. E si è pensato all’espressione tipicamente americana e molto colloquiale “Hey” che potrebbe corrispondere al nostro “Ciao”, “Ehi”.

Vedremo se il passaggio da Ok a Hey Google verrà ben accolto e utilizzato e se la scelta di cambiare si rivelerà sensata oppure a breve si dovrà ricorrere a una nuova “hotword” per far fronte alle esigenze di chi utilizzerà il comando vocale di Google, di grande utilità ed estremamente rivoluzionario.

 

L'articolo “Ok Google” o “Hey Google”? Come cambiano i comandi vocali di Google sembra essere il primo su Domini.

]]>
https://www.domini.it/post/6098/ok-google/feed/ 0
Cibo a domicilio, su Facebook una nuova funzionalità https://www.domini.it/post/6089/cibo-a-domicilio/ https://www.domini.it/post/6089/cibo-a-domicilio/#respond Tue, 17 Oct 2017 08:25:28 +0000 https://www.domini.it/?p=6089 Novità in casa Facebook per quel che riguarda nuovi rilasci e funzionalità. È in cantiere infatti, per ora per il territorio degli Stati Uniti, una nuova feature pensata per gli utenti che si mostreranno interessati a ordinare cibo da farsi consegnare a domicilio. Si chiama Order food e parte dall'analisi di un'abitudine molto diffusa tra [...]

L'articolo Cibo a domicilio, su Facebook una nuova funzionalità sembra essere il primo su Domini.

]]>
cibo a domicilioNovità in casa Facebook per quel che riguarda nuovi rilasci e funzionalità. È in cantiere infatti, per ora per il territorio degli Stati Uniti, una nuova feature pensata per gli utenti che si mostreranno interessati a ordinare cibo da farsi consegnare a domicilio.

Si chiama Order food e parte dall’analisi di un’abitudine molto diffusa tra gli utenti del social di Zuckerberg ovvero la continua ricerca di ristoranti, cibo e ricette. Il mondo del food del resto è da tempo molto richiesto e pertanto avere la possibilità di cercare un ristorante a cui ordinare piatti di ogni tipo, da ricevere direttamente al proprio indirizzo di residenza è utile a far fronte a quel bacino di utenti che cercano di ordinare online per le ragioni più varie.

Cliccando sulla nuova feature sarà possibile selezionare infatti tra i ristoranti locali quello più adatto e scegliere il cibo da ordinare. Coma ha spiegato Alex Himel, tra i più importanti manager di Facebook: Le persone già visitano Facebook per scoprire cosa mangiare dando uno sguardo ai ristoranti vicini e leggere ciò che gli amici dicono di loro. Quindi stiamo rendendo il tutto ancora più facile”.

Gli ordini dovranno essere smistati attraverso i vari siti di consegna a domicilio ma anche attraverso la richiesta inviata direttamente ai ristoranti.

Disponibile per ora negli Usa, per iOS e Android, l’app sarà presto allargata a tutti gli utenti sul territorio. La riflessione da fare è sulle abitudini a cui i social ci hanno costretto, dal momento in cui hanno preso il sopravvento su le tante forme di comunicazione.

Per ogni tipo di attività è ormai un dato di fatto passare attraverso la ricerca sui social network e pian piano sembrano quasi sostituirsi ai motori di ricerca veri e propri a cui prima tutti gli utenti tendevano. Vedremo se anche per la ricerca di cibo ci sarà  o meno la vera innovazione e un cambio di tendenza e gli Stati Uniti sono un buon banco di prova per questo tipo di riscontri.

L'articolo Cibo a domicilio, su Facebook una nuova funzionalità sembra essere il primo su Domini.

]]>
https://www.domini.it/post/6089/cibo-a-domicilio/feed/ 0
Registrati nel mondo 331 milioni di domini, uno ogni 21 persone https://www.domini.it/post/6084/registrazione-domini/ https://www.domini.it/post/6084/registrazione-domini/#respond Fri, 13 Oct 2017 15:07:48 +0000 https://www.domini.it/?p=6084 Il mercato dei domini continua la sua inesorabile crescita, con risultati costanti che rimarcano l’importanza chiave di questo settore in un mondo ormai sempre più interconnesso. Secondo VeriSign, nel secondo trimestre del 2017, il numero di registrazioni totali è salito a 331.9 milioni, con un incremento dello 0,4% rispetto al precedente trimestre (+1.3 milioni di [...]

L'articolo Registrati nel mondo 331 milioni di domini, uno ogni 21 persone sembra essere il primo su Domini.

]]>
Il mercato dei domini continua la sua inesorabile crescita, con risultati costanti che rimarcano l’importanza chiave di questo settore in un mondo ormai sempre più interconnesso. Secondo VeriSign, nel secondo trimestre del 2017, il numero di registrazioni totali è salito a 331.9 milioni, con un incremento dello 0,4% rispetto al precedente trimestre (+1.3 milioni di domini), mentre su base annuale la crescita è pari al 6,2% (+6.4 milioni di domini). I ccTLD sono ora a quota 144.2 milioni, con un incremento dello 0.8% rispetto al Q1 2017. Su base annua il valore di crescita si attesta invece sul 2.6%. Le estensioni .com e .net sono ora 144.3 milioni, con un aumento dello 0.8% rispetto allo scorso anno.

La scelta del nome del sito e del relativo dominio di secondo livello si rivela dunque un compito tutt’altro che semplice: esso caratterizzerà infatti la presenza online del proprio brand, fornendo una visione d’insieme riguardante i prodotti e i servizi offerti dal sito, identificando inoltre i valori e lo spirito dell’azienda. È dunque importante scegliere un nome unico e distintivo, breve, intuitivo, facile da ricordare e soprattutto adatto al proprio target. Da non sottovalutare il posizionamento sui motori di ricerca, che potrà essere incentivato utilizzando delle keyword piuttosto popolari all’interno dell’ambito nel quale ci si vuole affermare. Anche il dominio di primo livello giocherà un ruolo importante nel processo di crescita del brand, indicando l’area di riferimento. Il dominio .com è ad oggi utilizzato a livello globale per identificare qualunque tipologia di sito web, mentre il dominio .it è spesso utilizzato dalle aziende operanti in ambito prettamente nazionale. Il dominio .eu è impiegato dalle aziende attive in tutta la Comunità Europea, mentre il dominio .org si riferisce generalmente a organizzazioni no profit.

Il mercato pullula di sconti interessanti sulla registrazione di un nuovo dominio, che variano di settimana in settimana e che sono rigorosamente da tenere d’occhio. I prezzi dei maggiori operatori, Register.it, Aruba, GoDaddy oscillano fra 0,99 e 1,21 Euro. Quindi senza una variazione così sostanziale, ma la vera differenza si vede nei trasferimenti.

Oggi quasi tutti possiedono un sito web, quindi un dominio, e se si desidera trasferirlo presso un altro provider, che ad esempio offra un servizi o di assistenza più puntuale e attento, il prezzo varia molto da operatore a operatore. In questo caso Register.it è il più conveniente comprendendo in soli 0,45 Euro, oltre al trasferimento, 3 caselle email, home page del sito e spazio disco illimitato per un anno. Mentre il prezzo di Aruba è quasi dieci volte superiore con 3,99 Euro e quello di GoDaddy sfiora i 10 Euro. Il trasferimento è un’operazione da valutare seriamente perché a un prezzo irrisorio si può passare ad un provider che garantisca un supporto qualificato e competente che davvero fa la differenza.

 

 

L'articolo Registrati nel mondo 331 milioni di domini, uno ogni 21 persone sembra essere il primo su Domini.

]]>
https://www.domini.it/post/6084/registrazione-domini/feed/ 0
SMAU 2017: con Register.it per parlare di sicurezza digitale https://www.domini.it/post/6079/smau-2017/ https://www.domini.it/post/6079/smau-2017/#respond Thu, 12 Oct 2017 14:23:26 +0000 https://www.domini.it/?p=6079 Ci sarà anche Register.it a Milano in occasione dello SMAU, il grande evento dedicato all'innovazione, alle nuove tecnologie, alle imprese. Da sempre punto di riferimento per appassionati e addetti ai lavori, SMAU è una grande opportunità per affrontare attraverso workshop, eventi, dibattiti, esposizioni, i temi legati al mondo digitale: dalla comunicazione al content marketing, dalla [...]

L'articolo SMAU 2017: con Register.it per parlare di sicurezza digitale sembra essere il primo su Domini.

]]>

Ci sarà anche Register.it a Milano in occasione dello SMAU, il grande evento dedicato all’innovazione, alle nuove tecnologie, alle imprese.

Da sempre punto di riferimento per appassionati e addetti ai lavori, SMAU è una grande opportunità per affrontare attraverso workshop, eventi, dibattiti, esposizioni, i temi legati al mondo digitale: dalla comunicazione al content marketing, dalla sicurezza informatica al mondo Cloud, fino alle innovazioni del mondo ICT. Quest’anno l’evento si svolgerà dal 24 al 26 Ottobre presso FieraMilanoCity, luogo simbolo per eventi, forum, dibattiti, grandi manifestazioni.

Quest’anno una delle novità più importanti vede al centro della scena Register.it: leader nel settore domini e hosting, la Internet Company fiorentina ha un ruolo di primo piano. Sarà infatti presente con alcuni interventi  su tematiche molto attuali. Si parte il prossimo 25 Ottobre alle ore 15:30 con Lorenzo Nutini, Cloud Services Product Manager con il workshopGoogle e HTTPS: Il web cambia faccia”. Quali soluzioni adottare tra i certificati SSL? Quale scegliere in base alle esigenze di business? Quali le eventuali problematiche rispetto a Google?

Un tema molto attuale in un momento in cui la sicurezza informatica è al centro del dibattito pubblico. E per restare in tema di sicurezza, tema da sempre molto caro a Register.it, si prosegue il 26 Ottobre con “Come rendere più semplice adeguarsi al nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati: I codici di condotta e l’esperienza del CISPE” Lorenzo Chiriatti, Direttore Affari legali e societari Gruppo DADA, Chairman Code of Conduct task force del CISPE, che parlerà di codici di condotta e di  come funzionano.

E ancora il 25 e il 26 Ottobre c’è l’imbarazzo della scelta, per la varietà dei temi proposti e per l’importanza delle argomentazioni che senza dubbio saranno il nucleo centrale degli eventi:

“SSL: come sceglierli in base alle esigenze di business” è  l’evento del 25 e del 26 ottobre, ore 10.00 e 14.00 presso lo stand di Register.it, con Massimiliano Scalabrino, Cloud Services Marketing Specialist. Una grande opportunità per parlare di SSL in modo approfondito.

Sempre negli stessi giorni alle 11 e alle 15, presso lo stand di Register.it è la volta di Roberto Gasparini e Yann Melikoff, Cloud Services Product specialist con “WordPress toolkit: la gestione semplificata via Plesk”.

E infine ma di ugual importanza, Cristiano Casella, Cloud Services Solution Architect Register.it ci racconterà molto sul tema sicurezza e server con l’incontro dal titolo “Sicurezza: linee guida per la messa in sicurezza di un server web”, il 25 e il 26 ottobre ore 12.00 e 16.00 presso lo stand Register.it.

Gli incontri con Register.it sono eventi da non perdere, con al centro la sicurezza, affidati all’esperienza e alla competenza degli esperti che sapranno approfondire il tema sicurezza digitale e rispondere alle domande. Non resta che prenotarsi per gli eventi e partecipare. Sul sito SMAU è possibile poi seguire gli eventi  e tutti gli interventi degli speaker.

 

 

 

L'articolo SMAU 2017: con Register.it per parlare di sicurezza digitale sembra essere il primo su Domini.

]]>
https://www.domini.it/post/6079/smau-2017/feed/ 0
Domini .cat, un lungo dibattito online a seguito dei problemi di censura https://www.domini.it/post/6067/domini-cat/ https://www.domini.it/post/6067/domini-cat/#respond Mon, 09 Oct 2017 15:59:57 +0000 https://www.domini.it/?p=6067 A seguito dei disordini per il voto in Spagna, espressione di una forte richiesta da parte della Catalogna di essere indipendente, con la forte contrarietà di Madrid, ci sono state molte reazioni, anche e soprattutto online. In rete si leggono varie reazioni, non tanto a favore dell'una o dell'altra parte, ma soprattutto protese a sottolineare [...]

L'articolo Domini .cat, un lungo dibattito online a seguito dei problemi di censura sembra essere il primo su Domini.

]]>
A seguito dei disordini per il voto in Spagna, espressione di una forte richiesta da parte della Catalogna di essere indipendente, con la forte contrarietà di Madrid, ci sono state molte reazioni, anche e soprattutto online.

In rete si leggono varie reazioni, non tanto a favore dell’una o dell’altra parte, ma soprattutto protese a sottolineare l’approccio del Governo a una forma di censura nei confronti di siti e blog fortemente indipendentisti e dichiaratamente a favore della Catalogna.

Le proteste contro la censura in linea generale, a prescindere dalle ragioni delle parti, arrivano dall’Electronic Frontier Foundation fino a Security Without Borders, i ricercatori di sicurezza che aiutano gli attivisti da Peter Sunde, fondatore di Pirate Bay all’Ooni, osservatorio su eventuali interferenze presenti online.

Una fitta lista di partecipanti al dibattito. Cosa spinge questo tipo di interventi, che da più parti hanno interessato i dibattiti online degli ultimi giorni? Molto probabilmente tutto è nato quando la Fundaciò PuntCat, l’organizzazione  che registra i nomi di dominio di primo livello .cat si è vista costretta a oscurare i siti e i contenuti con connotazione della Catalogna, con estensione .cat ancor prima che a fini prettamente indipendentisti. Nelle operazioni di censura sarebbe stato coinvolto anche Google con richieste di cancellazione di app e siti utili ai cittadini.

Proprio questi interventi diffusi, sarebbero stati il cuore del problema, stando a quanto dichiarato attraverso le principali testate giornalistiche, dalle associazioni Catalane impegnate nella lotta per l’indipendenza.

Quello che è importante sottolineare è il fatto che la censura venga considerata un tema di primaria importanza, a fronte degli interventi tesi all’oscurare siti e blog di informazione e considerata l’intrusione dei Governi nelle tematiche politiche.

Tutto questo, come già detto più volte in passato per sottolineare ancora una volta come da più parti si senta l’urgenza di sottolineare la libertà di espressione a tutti i livelli. Dall’altra parte non si può negare che questa libertà di espressione sia spesso il pretesto per la pubblicazione di qualunque tipo di contenuto e proposta. Vedremo se con il tempo le varie reazioni porteranno cambiamenti di rotta, ma di certo non si potrà negare che il dibattito online è ricco di spunti su cui vale la pena ancora una volta riflettere e il tema della censura online accompagnerà ancora per molto il dibattito online e sulle principali testate giornalistiche.

L'articolo Domini .cat, un lungo dibattito online a seguito dei problemi di censura sembra essere il primo su Domini.

]]>
https://www.domini.it/post/6067/domini-cat/feed/ 0
Domain watch: solo con Register.it puoi sempre monitorare il tuo dominio e proteggere il tuo nome! https://www.domini.it/post/6059/monitoraggio-dominio/ https://www.domini.it/post/6059/monitoraggio-dominio/#respond Thu, 05 Oct 2017 15:26:10 +0000 https://www.domini.it/?p=6059 Il nostro nome indica la nostra reputazione e dice molto di quello che siamo. Un nome per un'azienda è un biglietto da visita importante, costruttivo e sempre utile a descrivere al meglio le attività legate ad essa, ai prodotti che promuove, al suo raggio d'azione, al mercato di riferimento. Per tutelare il proprio nome, un'azienda [...]

L'articolo Domain watch: solo con Register.it puoi sempre monitorare il tuo dominio e proteggere il tuo nome! sembra essere il primo su Domini.

]]>
Il nostro nome indica la nostra reputazione e dice molto di quello che siamo. Un nome per un’azienda è un biglietto da visita importante, costruttivo e sempre utile a descrivere al meglio le attività legate ad essa, ai prodotti che promuove, al suo raggio d’azione, al mercato di riferimento.

Per tutelare il proprio nome, un’azienda deve comunque agire per tutelare anche la propria reputazione. Per farlo occorre vigilare costantemente sul proprio nome online, su come viene percepito, sulla possibilità di valutare eventuali usi fraudolenti e abusi di qualunque tipo.

Non è semplice ma scegliendo il servizio giusto, cablato su misura per le nostre esigenze possiamo davvero non solo evitare gli usi illeciti del nostro nome, ma tutelare la nostra reputazione. Un modo per far fronte ai troppi episodi di furti di identità e cyberbullismo, tema sempre più attuale in un periodo in cui Internet ha dato vita non solo a prodotti di ogni tipo, ma anche a dibattiti sempre più accesi sul tema.

Il servizio ideale in questo caso è quello proposto da Register.it con il suo Domain Watch. Un modo per ampliare il monitoraggio sul proprio nome e sul proprio brand: un servizio grazie a cui si possono tenere sotto controllo i domini di nostro interesse, si può garantire sicurezza al proprio brand e monitorarlo costantemente.

Il servizio di Domain Watch di Register.it comprende: alert con cui è possibile ricevere una mail che ci avvisa di una eventuale registrazione di un dominio contenente il nostro nome, report mensili di aggiornamento e report su eventuali interferenze con il nostro nome o usi illeciti di questo.

Una vera e propria tutela, completa e ben strutturata, affidati a veri professionisti del settore. Per avere la possibilità di un dominio monitorato con attenzione e cautela, senza rischi e senza alcuna problematica, non resta che contattare Register.it. Un consulente si occuperà di tutti gli aspetti relativi alla tutela del nostro nome e della nostra reputazione.

L'articolo Domain watch: solo con Register.it puoi sempre monitorare il tuo dominio e proteggere il tuo nome! sembra essere il primo su Domini.

]]>
https://www.domini.it/post/6059/monitoraggio-dominio/feed/ 0
Yahoo! Erano 3 miliardi gli account violati nel 2013. https://www.domini.it/post/6055/cyberattacco-yahoo/ https://www.domini.it/post/6055/cyberattacco-yahoo/#respond Wed, 04 Oct 2017 15:31:18 +0000 https://www.domini.it/?p=6055 Nel 2013 uno degli attacchi informatici più aggressivi fu quello che vide colpiti molti account Yahoo!. Inizialmente la società si limitò a dare comunicazione dell’attacco e dei problemi che ne derivarono, annunciando ovviamente di aver subito arginato il rischio, ma senza specificare il num di account violati. Stando a quanto trovato su alcune delle principali [...]

L'articolo Yahoo! Erano 3 miliardi gli account violati nel 2013. sembra essere il primo su Domini.

]]>
Nel 2013 uno degli attacchi informatici più aggressivi fu quello che vide colpiti molti account Yahoo!. Inizialmente la società si limitò a dare comunicazione dell’attacco e dei problemi che ne derivarono, annunciando ovviamente di aver subito arginato il rischio, ma senza specificare il num di account violati. Stando a quanto trovato su alcune delle principali testate giornalistiche, il num comunicato dalla società era di circa 1 miliardo. E non era reale.

Una cifra certamente significativa ma meno incisiva rispetto ai 3 miliardi effettivi. A dare conferma delle notizie così diverse tra loro, la stessa società che oggi riconosce come molto più ampia la portata del cyber attacco di qualche anno fa.

Quello che era accaduto è subito apparso grave per via del fatto che a essere violati erano dati molto privati quanto sensibili: nomi, cognomi, indirizzi email. Tante e forse troppe informazioni usate per gli scopi più rischiosi. O almeno con un alto potenziale di rischio. Gli interventi tempestivi della società Californiana avevano poi fatto ben sperare e quasi certamente avevano arginato i problemi più gravi.

Adesso è invece arrivata una conferma a quanto forse si sapeva già e cioè che il danno era ed è stato molto più ampio di quanto non sembrasse a una prima analisi. E se i danni sono stati prontamente sminuiti dalla stessa Yahoo! e forse prontamente arginati, non si può dire lo stesso delle difficoltà riscontrate per una comunicazione così nebulosa.

Non specificare il numero esatto di violazioni è stata probabilmente una leggerezza non da poco, dal momento che ha messo in allarme molti utenti. In questo caso, come accade spesso, è importante garantirsi un certo margine di sicurezza e cambiare i propri dati di accesso. Le modifiche se fatte spesso hanno infatti maggiori possibilità di andare a buon fine e riuscire a essere garanzia di sicurezza e inviolabilità.

 

L'articolo Yahoo! Erano 3 miliardi gli account violati nel 2013. sembra essere il primo su Domini.

]]>
https://www.domini.it/post/6055/cyberattacco-yahoo/feed/ 0
Internet Festival: a Pisa si parla di web e non solo https://www.domini.it/post/6047/internet-festival/ https://www.domini.it/post/6047/internet-festival/#respond Tue, 03 Oct 2017 09:22:18 +0000 https://www.domini.it/?p=6047 Come ogni anno a Pisa si svolgerà l'Internet Festival. Ben 4 giorni di eventi da non perdere, tutti intorno a Internet e alle nuove tecnologie. Eventi, workshop, incontri, dibattiti per affrontare i temi di attualità e restare aggiornati su alcuni aspetti strettamente legati alle nuove tecnologie. Si parlerà di dinamiche in rete, odio online, reputazione, [...]

L'articolo Internet Festival: a Pisa si parla di web e non solo sembra essere il primo su Domini.

]]>

Come ogni anno a Pisa si svolgerà l’Internet Festival. Ben 4 giorni di eventi da non perdere, tutti intorno a Internet e alle nuove tecnologie. Eventi, workshop, incontri, dibattiti per affrontare i temi di attualità e restare aggiornati su alcuni aspetti strettamente legati alle nuove tecnologie.

Si parlerà di dinamiche in rete, odio online, reputazione, nuove frontiere della programmazione di video giochi e nuove tecnologie applicate al web. Un mondo vario e molto dinamico, di cui si parlerà ampiamente nei giorni del Festival e da cui partiranno nuovi spunti di riflessione e occasioni di dibattito. Tra gli eventi anche quello dedicato ai 30 anni del .it, in cui si parlerà dell’importanza di un dominio fortemente significativo, che ha da tempo scandito le modalità di registrazione e la presenza online di molte realtà.

Come abbiamo già avuto occasione di ribadire, quella del .it è una storia importante, costellata da siti di successo ma certamente fortemente identificativa per tutti coloro che scelgono questa strada. Da sempre sinonimo di italianità e modernità insieme, il .it ha in qualche modo rappresentato un dominio che ha conquistato i più, per il suo essere così semplice da ricordare, per la sua modernità e la sua versatilità. Un’occasione quindi, per conoscerne la storia un po’ più da vicino.

Ci saranno poi molti addetti ai lavori e appassionati, esperti del settore e incontri con nuovi professionisti del web. Un’ottima opportunità per far fronte a quanto c’è di attuale nel mondo del web.

Tra le tante opportunità anche quella di riflettere sull’importanza della presenza online di ognuno, dal privato alla grande azienda, con una realtà strutturata, solida e ben organizzata che in rete trova espressione non solo nei siti che vengono proposti ma anche nelle tante realtà che si basano su tecnologie avanzate e sempre nuove.

Un’occasione interessante e sicuramente importante per tutti coloro che vogliono approfondire i temi legati alla rete, senza dimenticare le nuove tecnologie e l’attenzione che si può dare a una presenza online ricca di spunti di riflessione e protesa al futuro.

 

 

L'articolo Internet Festival: a Pisa si parla di web e non solo sembra essere il primo su Domini.

]]>
https://www.domini.it/post/6047/internet-festival/feed/ 0
.ONLINE, il dominio dedicato alla tua attività sul web. https://www.domini.it/post/6044/online/ https://www.domini.it/post/6044/online/#respond Fri, 29 Sep 2017 13:43:45 +0000 https://www.domini.it/?p=6044 Il dominio .ONLINE è uno dei new gTLD lanciato il 26 Agosto del 2015 che ha da subito generato un gran successo. Ad oggi si colloca al 3° posto nella classifica dei nuovi domini più conosciuti e cliccati al mondo, un risultato più che soddisfacente! Versatile, immediato e facile da ricordare è tra le nuove [...]

L'articolo .ONLINE, il dominio dedicato alla tua attività sul web. sembra essere il primo su Domini.

]]>
.onlineIl dominio .ONLINE è uno dei new gTLD lanciato il 26 Agosto del 2015 che ha da subito generato un gran successo. Ad oggi si colloca al 3° posto nella classifica dei nuovi domini più conosciuti e cliccati al mondo, un risultato più che soddisfacente!

Versatile, immediato e facile da ricordare è tra le nuove estensioni che meglio esprime la propria attività e il settore in cui si opera, ideale per promuovere il proprio business o una passione sul web.

È l’estensione in grado di fornire un indirizzo internet ideale ed adatto alle esigenze di persone private, aziende, associazioni, organizzazioni di vario genere ma anche per qualsiasi tipo di punto vendita per dare vita ad un sito web anche per chi vuole aprire una nuova attività, o chi opera nell’e-commerce, e vuole farsi conoscere attraverso la propria presenza.

Non bisogna poi sottovalutare le scuole, università e tutti gli istituti di formazione che recentemente offrono sempre di più corsi e lezioni online. Negozi, consulenze, news, hobby… qualsiasi cosa oggi è online.  Nessun’altra estensione riesce a dare estrema evidenza alla presenza in rete come il .online e tutti possono sfruttarne le grandi potenzialità.

Il termine ‘online’, inoltre, è utilizzato in molteplici lingue e ciò rappresenta una grande opportunità perciò anche per chi vuole farsi conoscere sul web e nel mondo. E questo vale per le piccole o grandi imprese che mirano ad espandersi e ad accrescere le loro dimensioni.

A chi punta sulla propria presenza sul web, non resta che registrare il dominio .online!

La registrazione del dominio .online è possibile attraverso Register.it, leader nella registrazione di domini. Nel prezzo della registrazione è incluso tutto ciò che serve per essere online: 3 indirizzi email da 2GB, Home Page del sito, WebMail avanzata, spazio web e sottodomini illimitati, antivirus e antispam, 3GB di traffico FTP, 1 indirizzo PEC personalizzato sul tuo dominio…e molto altro ancora.

L'articolo .ONLINE, il dominio dedicato alla tua attività sul web. sembra essere il primo su Domini.

]]>
https://www.domini.it/post/6044/online/feed/ 0
Dominio .it: una storia lunga 30 anni! https://www.domini.it/post/6020/dominio-it/ https://www.domini.it/post/6020/dominio-it/#respond Fri, 22 Sep 2017 10:23:05 +0000 https://www.domini.it/?p=6020 30 anni fa l'Internet Assigned Numbers Authority affidava al CNR di Pisa il compito di gestire Registro.it, l'anagrafe dei domini .it. Oggi ci sono oltre tre milioni i nomi di dominio italiani affidati a brand, aziende, persone, società. Quella del .it è quindi una storia lunga trent'anni, fatta di tante registrazioni e molti siti online, [...]

L'articolo Dominio .it: una storia lunga 30 anni! sembra essere il primo su Domini.

]]>
.it

30 anni fa l’Internet Assigned Numbers Authority affidava al CNR di Pisa il compito di gestire Registro.it, l’anagrafe dei domini .it. Oggi ci sono oltre tre milioni i nomi di dominio italiani affidati a brand, aziende, persone, società.

Quella del .it è quindi una storia lunga trent’anni, fatta di tante registrazioni e molti siti online, realizzati proprio per rappresentare brand con nomi dal forte sapore italiano, capaci di affermarsi nel panorama internazionale ma soprattutto legati a una storia solida, forte, strutturata.

Per festeggiare i 30 anni del .it, Registro ha lanciato una serie di eventi destinati a sottolineare l’importanza e il valore di un dominio storico e di indiscutibile valore.

Dal prossimo 5 ottobre e per tre giorni a Pisa, nel Teatro Lux ci saranno workshop, meeting, incontri e molti eventi: esperti del settore e addetti ai lavori, ma anche tanti tra appassionati e curiosi. Si parlerà di web, di .it e di molto altro: e poi dal 26 Ottobre a Roma ci sarà la finale di .itCup Registro,  competizione per startup Ict del Cnr che mette in palio la possibilità di volare in Silicon Valley e assistere a occasioni di formazione.

E per concludere la lunga carrellata di eventi, il prossimo 24 Novembre a Milano con l’evento  “30 anni di .it” , una grande occasione per affrontare nuovi temi e parlare di quanto accade ogni giorno in rete e non solo. Domenico Laforenza, Direttore di Registro .it ha dichiarato a tale proposito:

“Fin dalla sua nascita il Registro .it si è reso parte attiva di un processo di diffusione partecipato e condiviso della cultura della Rete, ispirato alla libera competizione degli attori, all’uso consapevole, alla neutralità e nel quale trovano ampia rappresentanza le comunità globali di Internet. La giornata del 24 novembre a Milano rappresenterà un’occasione per festeggiare la storia del Registro guardando alla trasformazione digitale dell’Italia e ai grandi cambiamenti per la società e per il mondo dell’impresa che derivano e deriveranno sempre di più dalla diffusione della Rete, della cultura digitale, della tecnologia”.

Un’opportunità unica, da cogliere al volo con cui confrontarsi e a cui approcciarsi con interesse e con la curiosità di chi può raccogliere ancora molti frutti da una storia così importante, come quella del .it.

L'articolo Dominio .it: una storia lunga 30 anni! sembra essere il primo su Domini.

]]>
https://www.domini.it/post/6020/dominio-it/feed/ 0