Data Center Google: un tour nel container

Se siete curiosi di vedere un data center Google e di fare un tour virtuale nel container, questo video girato dalla stessa Google vi permetterà di soddisfare le vostre curiosità. Buona visione!

2011-01-20T13:42:04+00:00 gennaio 20th, 2011|Datacenter, Google|

Wikileaks: ISP in un bunker nucleare

Wikileaks è il sito che sta facendo tremare i potenti di tutto il mondo, rivelando documenti sensibili. Le cronache ne parlano senza sosta e qualche dettaglio arriva ad interessare anche noi di di Domini.it. Quella che vedete in apertura è una delle immagini panoramiche scattate in quello che sembra essere il bunker nucleare utilizzato come data center per i server di Wikileaks situato a Stoccolma. L'aspetto è quello della Batcaverna, decorata con pietre ruvide e foglie mimetiche. Il bunker si trova trenta metri sotto il suolo di una montagna rocciosa. Jann Lipka ha creato numerose fotografie panoramiche del sito, nelle quali potete "navigare" a 360 gradi. Vi consiglio di dare un'occhiata perchè sono davvero molto interessanti.

2010-12-01T12:02:58+00:00 dicembre 1st, 2010|Datacenter|

Digital Realty Trust: nuova mega struttura per data center a Singapore

Il mercato IT asiatico è in fortissima espansione, in particolare per quanto riguarda nuovi data center e cloud computing. Ciò è spinto non soltanto dalle compagnie asiatiche, ma anche dalle grandi aziende europee e statunitensi che vogliono affermarsi in oriente. Questa è la strada intrapresa anche da Digital Realty Trust, uno dei più noti e grossi realizzatori di data center in tutto il mondo, che sta per acquisire una nuova struttura a Singapore. La struttura è grande 345.000 square foot e l'acquisto prevede l'investimento di 130 milioni di dollari. A breve quindi vedremo un nuovo grande data center attivo. Foto | Flickr

2010-11-22T15:10:57+00:00 novembre 22nd, 2010|Datacenter|

Twitter si convince e passa ad un data center proprio

Abbiamo visto come man mano, con la crescita di Twitter, il popolare servizio di microblogging abbia avuto bisogno di espandere il proprio parco server per reggere il successo ed il traffico. Affidandosi sempre a data center di terzi, Twitter ha sperimentato continui problemi anche recentemente: ecco che, per offrire un servizio migliore, è giunto il momento di un data center proprio in cui operare. I problemi verificatisi in Giugno in particolare hanno segnato il passaggio verso una struttura che consenta un maggior controllo sulla rete, sulle proprie potenzialità e sul traffico. Il nuovo data center sorgerà a Salt Lake City. Foto | Flickr

2015-06-18T13:27:39+00:00 luglio 22nd, 2010|Datacenter, Twitter|

Apple: un data center nel North Carolina

Apple ha comunicato i risultati finanziari per il terzo trimestre fiscale dell'azienda e, durante la conferenza stampa dedicata, ha svelato la costruzione di un enorme data center nel North Carolina. La struttura è costata un miliardo di dollari e sarà pronta entro la fine del 2010. La costruzione è iniziata nell'Agosto del 2009, con i primi rumor a riguardo del futuro utilizzo. La struttura è grande 50.000 metri quadri e ospita un numero enorme e di server. Nessun dettagli in più al momento: attendiamo di vedere il primo video dell'enorme struttura.

2010-07-21T08:07:42+00:00 luglio 21st, 2010|Datacenter|

NCAR: costruzione di un data center che traccia il cambiamento climatico

Il National Center for Atmospheric Research (NCAR) ha iniziato la costruzione di un nuovo data center, dotato di supercomputer, dislocato a Cheyenne, Wyoming, Stati Uniti. Gli scienziati pianificano di utilizzarlo per tracciare e fare ricerche sul cambiamento climatico. La nuova struttura, piuttosto grossa, costerà circa 70 milioni di dollari e il supercomputer che lo caratterizza è tra i 25 più veloci del mondo, per un costo di $25- $35 milioni di dollari. NCAR cercherà anche di ottenere la certificazione LEED gold, simbolo di struttura ecosostenibile, grazie al 10% dell'energia ricavata dal vento. Foto | Flickr

2010-06-18T16:26:21+00:00 giugno 18th, 2010|Datacenter|

eBay: nuovo data center da 287 milioni di dollari

Il settore IT ha subito il contraccolpo della crisi, ma nonostante ciò sembra uscirne vincitore, soprattutto negli Stati Uniti. Se la zona della Silicon Valley riceve continue richieste per nuovi data center, anche altre zone degli Stati Uniti vedono il sorgere di nuove grandi strutture. Una di queste è il nuovo data center per eBay e PayPal, realizzato nello stato dello Utah. Si tratta di una struttura piuttosto grande da 240.000 piedi, a risparmio energetico (con una riduzione dei consumi rispetto alle altre strutture del 50%) e con potenza erogabile di 7.2 MW. La nuova struttura avrà certificazione LEED e una valutazione PUE di 1.4, punteggio che lo identifica come data center attento all'ambiente.

2010-05-26T16:48:22+00:00 maggio 26th, 2010|Datacenter|

Opera si impegna nel progetto del data center in Islanda

Opera, l'azienda che crea uno dei browser più apprezzati, pianifica di acquistare spazio in un nuovo data center a Hafnarfjorour, in Islanda. Non si tratta di un data center qualsiasi, ma di una struttura che rispetta l'ambiente e che funziona ad altissima efficienza energetica. Questo data center sfrutta infatti le temperature fresche dell'Islanda per raffreddare i server ed è pensato con una struttura a container per essere facilmente espanso. Jon Stephenson von Tetzchner, fondatore di Opera Software, ha dichiarato di aver scelto proprio questo data center poichè l'energia utilizzata è riciclata al 100%, offrendo un supporto energetico stabile. Foto | Flickr

2010-05-24T16:14:41+00:00 maggio 24th, 2010|Datacenter|

Dell non costruirà più data center

Nell'ambito dei data center stiamo verificando due correnti di pensiero differenti: da un lato le compagnie che dimezzano le proprie infrastrutture, utilizzando il cloud ed accorgimenti per una efficienza energetica e risparmio in spazi più piccoli; dall'altro le compagnie che moltiplicano i propri data center, investendo soldi in strutture all'avanguardia anche dal punto di vista ecologico. Dell, invece, ha deciso di sorprendere tutto il settore annunciando che non costruirà più data center. La compagnia ha infatti compreso che costa molto meno riutilizzare le strutture e il materiale già presente che espandersi. Sfruttando la vitualizzazione, Dell ha visto un aumento dell'utilizzo dei server dal 12-18% al 42%. Dell vuole concentrarsi quindi sulla qualità dei servizi, concentrati in meno strutture. Via | Greenbiz Foto | Flickr

2010-05-03T11:39:07+00:00 maggio 3rd, 2010|Datacenter|

Google pioniero: riciclaggio dell'acqua per i data center

Molti data center utilizzano una grande quantità d'acqua quotidianamente per raffreddare i propri sistemi. È stato stimato che una struttura da 15 megawatt utilizzi 1 milione e mezzo di litri d'acqua al giorno. Per questa ragione, Google ha deciso di dare il via ai processi di riciclaggio dell'acqua all'interno dei propri data center "verdi" nel rispetto dell'ambiente. Un portavoce di Google ha dichiarato: Il consumo d'acqua non è un tema passato in secondo piano, ma è parte della nostra politica di gestione che vuole rispettare l'ambiente. Nel futuro sarà uno dei temi più importanti per la gestione dei data center. Per il momento, Google ha installato un sistema per il trattamento dell'acqua e successivo riciclo nei suoi data center, riducendo di molto l'impatto sugli sprechi.

2010-04-21T11:42:01+00:00 aprile 21st, 2010|Datacenter, Google|