The Pirate Bay: blocco anche in Spagna

Il sito The Pirate Bay, dedicato all’opportunità di scaricare film, musica, giochi per il pc è da sempre caratterizzato da vicende controverse legate alla legalità del download senza richiedere il diritto d’autore, ma anche a problematiche amministrative. Un sito che ha da sempre incontrato il favore dei più ma che con difficoltà ha potuto continuare ad esistere. In Europa ma anche oltreoceano il sito The Pirate Bay ha infatti dovuto incorrere in diverse tipologie di problemi, dalla burocrazia al diritto d’autore, dalle forme di download alla qualità del contenuto messo a disposizione e per questo ha ricevuto diversi blocchi. L’ultimo in ordine di tempo arriva dalla Spagna che ha disposto un blocco per cui i provider devono inibire per 72 ore le possibilità di accedere a The Pirate Bay. A tale proposito Antonio Guisasola, presidente dell’associazione di produttori musicali Promusicae ha rilasciato una dichiarazione che lascia poco spazio ad un confronto [...]

2015-06-26T14:06:12+00:00 31/marzo/2015 |Siti Internet|

Con Register.it sconti speciali!

Con il codice promo “Tuttoasconto” su Register.it è possibile acquistare i prodotti usufruendo di un sconto del 30%. Utilizzando il codice promozionale infatti, è possibile acquistare un prodotto ad un costo davvero conveniente. L’offerta è valida fino al prossimo 23 Marzo per alcuni pacchetti preconfigurati e registrazioni di nomi a dominio e non è applicabile a trasferimenti, domini premium prodotti di Web Marketing e Server Virtuali. Le possibilità sono comunque moltissime, per quanto riguarda i tanti offerti presenti sul sito: dalla mail ai prodotti per la sicurezza in rete, da office 365 alle soluzioni Chiavi in Mano. Una buona possibilità di scelta tra le proposte di Register.it.  Per i clienti usufruire dei vantaggi dello sconto è molto semplice: sul sito poco prima di concludere l’acquisto basta inserire il codice “Tuttoasconto” nella parte riservata ai codici promo e si potrà direttamente acquistare a prezzo scontato. Nella pagina dedicata alle offerte Register.it [...]

2015-06-18T13:34:48+00:00 20/marzo/2015 |Siti Internet|

Internet Explorer: tutto finito?

Microsoft ha in cantiere una importante novità, frutto anche dei tanti aggiornamenti che hanno fatto seguito a Windows 10, aggiornamento del sistema operativo che ha visto al centro dell’attenzione tante novità e un totale rinnovamento, che si è visto anche nella nuova interfaccia. Adesso Microsoft prova rilanciare il concetto e l’idea di browser presentando una versione completamente rinnovata. Il nuovo browser non ha ancora un nome definitivo, si chiama per ora Project Spartan, ma promette già di sostituire nella mente degli utenti e pian piano anche nelle abitudini il mai troppo apprezzato Internet Explorer. Il prodotto ancora in fase embrionale, è stato presentato nel corso dell’evento Microsoft Convergence, da Chris Capossela, capo del Reparto Marketing che ha affermato: "Stiamo cercando quello che dovrà essere il nuovo brand, o il nuovo nome, per il nostro browser in Windows 10. Continueremo ad avere Internet Explorer, ma avremo anche un nuovo browser chiamato [...]

2015-06-26T14:06:24+00:00 18/marzo/2015 |Siti Internet|

Banzai in Borsa

La notizia è stata pubblicata ieri ed è destinata ad essere un segnale importante in un momento in cui molte società nel settore Nuove tecnologie devono continuamente riadattarsi al cambiamento economico della nostra società. Se c'è infatti un settore costretto a rincorrere i tempi questo è il mondo ICT ed in particolare i settori legati a doppio filo al web. Internet Company, New Media Agency e società legate a portali web particolarmente strutturati come e-commerce o simili, stanno infatti cavalcando l'onda di un settore in costante aggiornamento ed in continua evoluzione. La società Banzai ha presentato ieri tutta la documentazione per quotarsi in borsa, come già anticipato giorni fa, come era stato informalmente preannunciato nei mesi scorsi. Il collocamento delle azioni dovrebbe concludersi entro l’11 febbraio e subito dopo dovrebbe esserci la quotazione vera e propria. Banzai, nata nel 2002, fondata da Paolo Ainio ha realizzato negli anni alcuni tra [...]

2015-06-26T14:06:34+00:00 03/febbraio/2015 |Siti Internet|

13 candeline per Wikipedia

Era il 15 gennaio del 2001 quando Larry Sanger e Jimmy Wales pubblicarono sul dominio wikipedia.com Wikipedia. L’enciclopedia libera e gratuita oggi ha più di 30 milioni di articoli in 287 lingue diverse con una media di circa 60 milioni di accessi al giorno. Un successo che gli ideatori certo non avrebbero mai pensato di raggiungere. Sembra che l’idea dell’enciclopedia aperta venne a Wales, invece Sanger ebbe il merito di scegliere un wiki per la realizzazione. In realtà Jimmy Wales aveva già tentato di creare un’enciclopedia libera, Nupedia, progetto che però non fu mai concretizzato. Due anni dopo il lancio di Wikipedia, Wales istituì una fondazione no profit per la diffusione di progetti simili a wikipedia, Wikimedia Foundation. Il dominio di Wikipedia venne poi cambiato, diventando wikipedia.org che è ancora quello attuale. Il sito ebbe un successo clamoroso crescendo sia come numero di pagine che come per numero di lettori. [...]

2015-06-26T14:06:46+00:00 15/gennaio/2014 |Siti Internet|

Traffico in rete, il 60% non è umano

A fine anno i bilanci sono sempre dedicati a percentuali, analisi dei dati, riflessioni. Tutto questo vale anche per la Rete e già ieri abbiamo riportato un’interessante analisi di quello che è stato cercato su Google. Per continuare su questo filone, riflettiamo sulla ricerca proposta in riferimento al traffico online. Interessante la ricerca effettuata da Incapsula, secondo cui il 60% del traffico generato su Internet non è umano, ma è generato da bot. I dati vedo un 38,5% del traffico da attribuirsi a persone fisiche, mentre c’è un forte aumento del traffico generato da crawler o da hacker che attraverso sistemi automatizzati generano traffico verso determinati siti web e contribuiscono a far crescere le percentuali. La stessa analisi condotta lo scorso anno ha visto una crescita dei non umani: per questo Incapsula ha monitorato 20.000 siti appartenenti al suo network, analizzando per 90 giorni il traffico proveniente da 249 Paesi. A guardare [...]

2013-12-19T10:20:43+00:00 19/dicembre/2013 |Siti Internet, Social Network|

Parigi ha il suo portale e-commerce

Una  città che diventa marchio e si propone in rete proprio come un qualunque prodotto. È  il comune di Parigi, una delle prime capitali al mondo a inaugurare un suo e-commerce online. Si potranno comprare le poltrone tipiche di molti parchi della capitale francese, fino a borse per le biciclette Velib', fino alle barche di legno con cui giocano da sempre i bambini nei giardini del Luxembourg o Tuilerie. La nuova vetrina digitale di Parigi si rivolge soprattutto agli abitanti che ai turisti. Ci sono oltre 250 prodotti tra cultura, moda, arredamento. Caratteristiche tipiche di arredi urbani, negozi noti, miscele di tè e tutto quanto fa di Parigi quello che è oggi, capitale di moda e romanticismo, di cultura e forti tradizioni, di storia. Il tentativo da parte dell’ Amministrazione Parigina, è quello di fare scoprire prodotti culturali, luoghi meno conosciuti oppure il nuovo Pavillon de l'Arsenal dedicato all'architettura, l’ [...]

2013-12-17T18:03:10+00:00 17/dicembre/2013 |Siti Internet|

Bitcoin, una realtà per l’ e-commerce?

Bank of America di recente ha pubblicato un’interessante analisi in cui si spiega come a fronte della crescita esponenziale dell’ e-commerce, si possa pensare all’ applicazione di moneta digitale, capace di raggruppare l’insieme delle operazioni relative agli acquisti attraverso commercio elettronico. L’ applicazione del conio virtuale con cui si possono gestire transazioni, bonifici e quant’altro è in cantiere da tempo fin da quando è stato rilasciato Bitcoin, software open source che permette l’uso di denaro virtuale e di transizioni che avvengono in primo luogo in forma elettronica, per poi trasformarsi in qualcosa di più concreto, previo accordo con le Banche. L’indagine ha messo in evidenza anche i limiti della moneta virtuale, i rischi di hacker che possano entrare nei sistemi e prelevare denaro e violare sistemi che dovrebbero avere il livello di sicurezza ai massimi livelli. Oltre a questo un limite è anche il tempo d’attesa delle transizioni a volte [...]

2015-06-26T14:07:00+00:00 10/dicembre/2013 |Siti Internet|

I big del web chiedono la revisione delle regole della NSA

I Big del Web si sono uniti per chiedere al governo degli USA nuove regole che tutelino i loro utenti. Dopo la recente diffusione delle notizie sulla sorveglianza delle comunicazioni online da parte della National Security Agency (NSA) si è resa necessaria un’azione da parte delle otto società più attive su Internet. Facebook, Twitter, Google, Aol, Yahoo e Microsoft hanno inviato una lettera al presidente degli Stati Uniti Barack Obama e ai membri del congresso che è stata pubblicata sui principali giornali americani.  L’iniziativa è stata anche accompagnata da un sito ReformGovernmentSurveillance.com da poche ore online. Si chiedono nuove regole e maggiore trasparenza per riuscire a tranquillizzare i clienti che ogni giorno sui loro servizi condividono attività e inseriscono dati personali. Negli ultimi tempi gli Stati Uniti hanno lavorato ad una revisione delle procedure della NSA e forse già alla fine del 2013 verranno rese note. LE 8 società comunque [...]

2015-06-26T14:07:11+00:00 09/dicembre/2013 |Siti Internet|

Amazon Prime Air e le consegne arrivano via Drone. O forse no?

Svelato con grande meraviglia dei più, Amazon Prime Air appare fin dalle prime battute come un servizio davvero interessante. E’ un vero e proprio Drone, un veicolo aereo senza pilota, radiocomandato a distanza (in remoto) con cui Amazon vorrebbe nell’ immediato futuro effettuare le consegne. Non solo consegne di domenica quindi, ma per soddisfare la clientela consegne anche in tempi brevissimi. Torna quindi a sorprenderci con un servizio che sfiora quasi l’utopia se si pensa che con un drone le consegne potrebbero essere effettuate anche in 30 minuti, tempi davvero molto brevi per la clientela Amazon. Pilotato in remoto il Drone può effettivamente raggiungere le destinazioni in tempi brevi e quindi colossi del mondo delle spedizioni hanno pensato bene di considerare questo tipo di consegna una possibilità. Amazon non è infatti l’unica azienda che sta lavorando a questo tipo di progetto, anche Ups forse sta facendo un pensiero sul tema, [...]

2015-06-26T14:07:22+00:00 05/dicembre/2013 |Siti Internet|