Yahoo combatte per ottenere Yahoo.tel

Anche il gigante del web Yahoo si è recentemente rivolto al National Arbitration Forum per ottenere i diritti sul domain name yahoo.tel. Questo dominio sembra sia stato registrato lo scorso 23 Marzo 2009 da David Blanco. È noto a chiunque come Yahoo possegga marchi registrati col proprio nome in giro per tutto il mondo; è chiaro quindi quanto il dominio oggetto della disputa sia eccessivamente somiglianti ai marchi registrati della grossa compagnia del web. Ciò che colpisce di questo caso è che Yahoo non abbia mai pensato di registrare anche il proprio dominio con estensione .tel prima che lo facesse un estraneo. Molte altre grosse compagnie, come Google ed Apple, hanno registrato il proprio dominio con estensione .tel appena questa è stata resa disponibile. È comunque certo che Yahoo vincerà la disputa ottenendo il dominio, ma se avesse pensato per tempo di registrarlo avrebbe risparmiato ben oltre 1,500$ per la [...]

2009-09-24T10:00:19+00:00 24/settembre/2009 |Brand protection, Cybersquatting, Dispute nomi a dominio, Yahoo|

Yahoo lancia la campagna "It's You", ma non ne possiede il dominio

Yahoo sta sviluppando una nuova campagna di marketing per la quale pianifica una spesa di circa 100 milioni di dollari. La campagna sarà caratterizzata dallo slogan "It's You" e partirà negli Stati Uniti a partire dalla prossima settimana. Il tutto si svilupperà toccando anche Inghilterra e India verso ottobre, giungendo nel resto del mondo nel corso del prossimo anno 2010. Una curiosità ha colpito tutti gli esperti del settore domain name: lo slogan che caratterizza la campagna è “It’s You”, ma Yahoo non possiede un dominio corrispondente. A quanto pare il dominio ItsYou.com è già occupato e appartiene a Gregg Ostrick. Come si muoverà Yahoo? Aspettiamo ed osserviamo. Via | The Domains Foto | Flickr

2016-03-17T14:24:48+00:00 23/settembre/2009 |Yahoo|

Yahoo compra OMG.com per 80.000 dollari

Yahoo si muove spesso sul fronte della compravendita di domini. Questa volta è il turno di omg.com, acquistato appunto da Yahoo per 80.000 dollari. C'è da dire che OMG è l'acronimo per "Oh my God", ovvero "O mio Dio", espressione ricorrente in inglese americano. Probabilmente il dominio verrà usato per il blog di gossip omg.yahoo.com, anche se noi consigliamo sempre il nostro gossipblog.it. Via | Domain Name Wire

2016-03-17T16:46:47+00:00 12/agosto/2009 |Yahoo|

Yahoo non registra il nome searchpad

Torniamo a parlare di Yahoo, non in termini lusinghieri. Yahoo ha lanciato il servizio Search Pad, per organizzare e catalogare i siti trovati con Yahoo Search. Ebbene, come nel caso di Pizza Hut, Yahoo ha tralasciato il fatto che il dominio searchpad.com è già stato registrato. Da una parte ci viene da chiedere il perchè non si stata fatta prima di tutto una ricerca accurata in questo senso. La seconda è che Searchpad.com punta ad una parked page, ma che il sig. Robert Barbour di Ashburn in Virginia, accetta offerte. Ad oggi ci sono state otto offerte, tutte rifiutate.

2016-03-17T14:35:43+00:00 13/luglio/2009 |Yahoo|

Ad ottobre chiude Geocities

Dopo l'annuncio avvenuto ad aprile, si passa ai fatti. In una nota diffusa da Yahoo, è stata comunicata la chiusura di Geocities, uno dei primi servizi di hosting gratuito diffusosi con l'avvento del web a cavallo del nuovo secolo e che ha segnato gli inizi della carriera di tanti webmasters. A seguito della crisi, nonchè delle perdite registrate, Yahoo ha deciso di sopprimere questo servizio gratuito che fu acquistato dal noto motore di ricerca americano nel 1999. La sua popolarità è iniziata a declinare negli ultimi anni, con l'ascesa dei social media come Flickr e Facebook, ma anche con la registrazione di domini e offerte hosting particolarmente basse. Una motivazione in più questa che ha indotto i vertici di Yahoo a chiudere il servizio. Il 26 ottobre sarà la data ultima per Geocities, che chiuderà gli accessi al proprio account nonchè ai files caricati sullo spazio gratuito. Fino a quella [...]

2009-07-13T13:00:27+00:00 13/luglio/2009 |Yahoo|

Yahoo apre il nuovo datacenter a Lockport

Dopo le anticipazioni di un paio di settimane fa, è arrivata la conferma che Yahoo costruirà un nuovo datacenter a Lockport, nello Stato di New York. Investimento di 150 milioni di dollari per una struttura che occuperà un'area di 121.500 metri quadri; verranno creati nuovi 125 posti di lavoro. Il nuovo datacenter proporrà un nuovo design: il Yahoo Computing Coop. E' stato lo stesso David Filo ad annunciarlo, dicendo che ricorda proprio un "allevamento di polli" perchè utilizzerà l'aria esterna per il raffreddamento dei server senza condizionatori. La struttura stessa è stata progettata per disperdere in maniera naturale il maggior calore possibile. La sfida verso i datacenter Google si misurerà tramite l'efficienza energetica in PUE (power usage effectiveness): 1,16 per Google contro gli 1,12 dei datacenter Yahoo. Il tutto dovrebbe portare, secondo Filo, ad un taglio del 40% entro il 2014 dell'anidride carbonica immessa nell'aria.

2009-07-01T16:00:46+00:00 01/luglio/2009 |Datacenter, Yahoo|