Come migliorare la grafica di un sito con il flat design

2016-06-27T10:40:21+00:00 27/giugno/2016 |Novità, Strumenti e software|

creazione siti web

Le mode vanno e vengono in ogni campo, e anche nel campo del web design la situazione non è diversa. Alcune mode (fortunatamente) passano con il tempo, altre invece diventano sempre più interessanti, arricchendosi di spunti lasciati da chi le usa e le trasforma secondo il proprio gusto. Il flat design nella creazione di siti web è decisamente tra le mode che appartengono al secondo gruppo di tendenze. Ormai non è più una novità, ma incontra il favore di molti e continua a espandersi in nuove direzioni.

Semplice e universale, il flat design semplifica la navigazione dei siti e rende più veloce il caricamento sui browser. Una pagina che si carica rapidamente, dalla navigazione facile e intuitiva: il massimo che si possa desiderare da un sito web.

Ma cosa significa realizzare un sito web usando il flat design? Come rendere pratico questo principio teorico? Ecco 10 consigli su come fare un sito web dall’aspetto pulito e moderno.

  1.  Enfasi su cosa è importante

Forme geometriche, cornici, elementi tipografici: il flat design si fonda su questi elementi grafici. Ordine, simmetria e dimensioni sono importanti: vanno organizzati affinché il visitatore venga guidato verso il giusto punto della pagina (un form da compilare, il pulsante di acquisto, l’iscrizione a una newsletter).

  1. Uso del colore, risalto alla profondità

I colori permettono di migliorare l’aspetto del sito, determinando la profondità di campo delle pagine. Anche se la base del flat design è il 2D, con l’uso di qualche sfumatura e ombra i grafici sono in grado di aggiungere profondità.

  1. Solo gli elementi necessari

Tenere in ordine le pagine durante la creazione del sito è un esercizio che si perfeziona nel tempo. E’ importare distanziare gli elementi, rimuovere inutili decorazioni. Togliere, togliere, togliere.

  1. Evidenziare le voci cliccabili

Distinguere le voci cliccabili da quelle che non lo sono, senza ulteriori elementi grafici che appesantiscano l’aspetto della pagina. Una delle sfide che il flat design accetta e vince.

  1. Semplifica la navigazione

La semplicità del flat design inizia proprio da come imposti la navigazione sulle tue pagine. Suddividi il contenuto con criterio e usa le sottopagine se hai molto contenuto da pubblicare. Un menu troppo lungo disorienta gli utenti; poche voci con eventuali sottopagine sono da preferire.

  1. I font giusti al posto giusto

Meglio scegliere caratteri tipografici semplici, non barocchi, non corsivi e non troppo pieni. Sono più facili da leggere e riducono la confusione sulla pagina.

  1. Una bella palette di colori

Il design monocromatico è semplice e sbalorditivo, ma anche scegliendo un colore soltanto non significa che questo debba essere bianco, nero o grigio.

Mescolando e osando (con misura e sobrietà) si inventano nuovi interessanti contrasti.

  1. Icone appropriate

Un pilastro del flat design: le icone sono i cartelli stradali dei tuoi utenti. Li aiutano nella navigazione e focalizzano l’attenzione su un determinato punro. Altamente funzionali, vanno usate solo icone che possono essere comprese facilmente.

  1. Poche animazioni

Quando semplicità è cruciale, come nella creazione di un sito web flat, le animazioni che non servono davvero sono da tralasciare. Se le transizioni non apportano valore alla pagina, è meglio farne a meno o diventeranno una distrazione per gli tuoi utenti.

  1. Less is more

L’era della grafica semplice, chiara e pulita è davvero lontana dal tramontare. Togliere invece di aggiungere, riassumere piuttosto che allungare, semplificare al posto di arricchire: meno è meglio. Il  risultato professionale che si può ottenere seguendo i principi del flat design è sorprendente!