Amazon e i domini gTLD, è guerra con l’AIE

2013-03-15T12:06:59+00:00 15/marzo/2013 |Dispute nomi a dominio|

amazon vs aieAmazon si sta impegnando in tanti percorsi differenti, che vanno dalla valorizzazione del proprio e-commerce, alla varietà dei prodotti presenti nel portfolio fino ad arrivare, la notizia è di un paio di giorni fa, all’ impegno per la registrazione dei domini di primo livello di suo interesse: si  tratta di .book, .author e .read, estensioni che riguardano da vicino il gigante di Seattle, ma che potrebbero in realtà interessare altri, primi tra tutti gli editori.

Per questo l’Associazione Italiana degli Editori (AIE) ha espresso le sue perplessità per le richieste anti-competitive  di Amazon, che in realtà sembra cercare estensioni di interesse esclusivo certo, ma che non dovrebbero apportare un vantaggio alla società.

L’AIE ha inviato una lettera all’ ICANN (Internet Corporation for Assigned Names and Numbers) per specificare la propria richiesta:  “I domini in attesa di essere aggiudicati hanno carattere esclusivo: non possono essere utilizzati da altri se non da chi ne ha ottenuto (ovvero pagato) la registrazione. È di tutta evidenza che, ove il dominio book fosse assegnato, ad esempio, ad Amazon, la società di Bezos potrebbe godere del vantaggio di dominare incontrastata tutto l’insieme degli indirizzi Internet con suffisso .book”.

Dall’altra parte l’ICANN risponde che i domini gTLD come .book vanno assegnati ad  “ad un soggetto imparziale che ne garantisca l’accesso a chiunque lo desideri, a parità di condizioni”. Per questo è importante rispettare e tutelare la posizione di Amazon ma anche quella di chi vorrebbe avere il proprio spazio, se pure un nome così generico come.book. Probabilmente questi ultimi dovranno accettare una maggiore e più circoscritta definizione del dominio.book anche perché per ora Amazon sembra avere maggiori referenze per far fronte a questo tipo di condizione ed avere quindi maggiori possibilità, comprese quelle legate alla gestione di tutto quanto ruota intorno ad un dominio come .book.

E’ l’ennesima sfida nel campo dei nomi a dominio e vedremo come proseguirà.