Si parla di protezione del brand a Vinitaly 2015

2015-03-24T14:33:35+00:00 24/marzo/2015 |Brand protection|

Vinitaly-2015Vinitaly, la manifestazione enogastronomica legata al mondo del vino che si svolge ogni anno a Verona, quest’anno arricchisce la propria offerta con momenti di incontro e dibattito dedicati al mondo digital. Si parlerà di .vin, .wine, . bio come estensioni di dominio dedicate al mondo vitivinicolo ma non solo, come estensioni a cui pensare per proteggere il proprio marchio.

Un approccio totalmente nuovo, basato sulle molte nuove opportunità che i nuovi gTLD offrono alle imprese pubbliche e private e anche a quelle del settore vitivinicolo. Settore che proprio per il .vin e .wine ha conosciuto non poche problematiche con l’ICANN che ha deliberato queste estensioni proprio per i produttori di vino con grandi polemiche da parte dei paesi come la Francia che hanno il vino come protagonista delle loro esportazioni.

A fronte dei dibattiti in tal senso non sono quindi mancate le occasioni di confronto e la ricerca di un accordo che potesse tutelare i piccoli imprenditori e favorire le loro produzioni. E mentre il dibattito prosegue restano il vino e il settore enogastronomico i veri protagonisti di Vinitaly, domani a Verona al Palaexpo, in cui si parlerà delle opportunità del settore, dei tanti miglioramenti tecnologici e di analisi nel settore enogastronomico. In tutto questo rientra anche quindi l’importanza di tutelare il proprio brand, che possa rafforzare la propria immagine e la comunicazione della propria attività imprenditoriale. A parlare di questi temi anche Register.it tra i partner dell’evento che parteciperà attivamente con l’intervento di Massimo Zanardi, che parlerà proprio de “La cultura della sostenibilità e la strategia di comunicazione e protezione del brand: i nuovi domini, il .Bio, il .Vin, il .Wine”. Una carrellata proprio sulla necessità di proteggere il brand e tutelare la propria azienda.

Una presenza importante quella di Register.it che da sempre lavora per la tutela dei marchi in rete: proteggerlo dal rischio di contraffazione, da furti di identità e cybersquatting e phishing (domini registrati per fini illeciti). I rischi vanno anche arginati tramite queste forme di tutela, che vedono al centro i marchi. Ottima l’opportunità di tutela di Register.it che ancora una volta si distingue nell’offrire un servizio completo a chi ha una presenza on line consolidata ed efficace.