“Così ho comprato Google.com. Per 12 dollari. E per un minuto”

2015-10-05T10:44:44+00:00 05/ottobre/2015 |Brand protection|

Google_INSIDER-BLOGS-GoogleLogox2-Animated

La storia di Sanmay Ved ha già fatto il giro del mondo, grazie alle tante versioni della notizia, data da più parti e su molti magazine online.

Il suo è probabilmente l’acquisto più fortunato e breve della storia della vendita di domini online, per le modalità certo, ma anche per il dominio che proprio Ved si è trovato a possedere.

Si tratta del dominio google.com, che Sanmay Ved ha trovato libero alcune sere fa proprio nello spazio Google Domains, sezione dell’azienda dedicata alle registrazioni e alla vendita di domini. Andiamo con ordine e capiamo cosa è successo.

Alcune sere fa, più precisamente nella notte del 29 Settembre, Sanmay Ved si trova a navigare online e a dare uno sguardo alle offerte di domini in giro. Ad un certo punto, un po’ per curiosità, un po’ per nostalgia da ex dipendente ha cercato google.com, dando per scontato che il dominio fosse già registrato. Con grande sorpresa invece, risultava disponibile così Sanmay Ved ha potuto concludere l’acquisto e diventare il legittimo proprietario del dominio. Lo straordinario evento però è durato proprio poco tempo, solo un minuto.

La società di Mountain View infatti ha subito corretto e ha annullato l’ordine e restituito il denaro. In questo caso la piattaforma di gestione dei domini è di proprietà dello stesso Google ed è stato tutto più semplice. Non fu così semplice per Microsoft che per una svista perse il dominio Hotmail.co.uk e dovette contrattare per riaverlo.

La storia di Ved ci ricorda non solo come possa essere importante seguire le registrazioni e le vendite dei domini online, ma anche e soprattutto come per le aziende a tutti i livelli, possa essere importante tutelare il proprio marchio, in nome di quella identità online da proteggere sempre, proprio per evitare casi come quelli balzati in poco tempo su tutte le pagine dei principali quotidiani.