Identità digitale: Register.it si candida tra gli Identity Provider

2016-10-06T10:00:52+00:00 06/ottobre/2016 |Novità, Strumenti e software|

identità digitaleSPID (Sistema Pubblico per l’Identità Digitale) è il nuovo servizio che permette di registrare un proprio account, da utilizzare in tutti gli ambiti della Pubblica Amministrazione.

Grazie alla propria identità digitale, ogni cittadino potrà quindi usufruire dei tanti servizi della degli enti pubblici e partecipare al processo di snellimento avviato già nei mesi scorsi, con cui si sta cercando di ottimizzare e alleggerire le tante procedure burocratiche che caratterizzano il mondo della Comunicazione Pubblica, ma più in generale il mondo della Pubblica amministrazione.

Registrandosi con i Provider accreditati si può quindi avviare il processo di assegnazione e creazione account SPID e iniziare subito a utilizzarlo. Tra i Provider accreditati al momento ci sono varie società che hanno ottenuto l’accreditamento per proporre un account SPID agli utenti. Tra le società, Register.it, leader nel settore dei domini e hosting che nei mesi scorsi ha avviato un processo per l’accreditamento come Identity Provider per lo SPID. Register.it ha avviato tutto l’iter necessario per essere accreditata e, dopo le procedure iniziali, iniziare a garantire il proprio supporto agli utenti che ne faranno richiesta, per l’assegnazione dell’account di identità digitale

Al termine del processo di accreditamento sarà quindi possibile anche con Register.it richiedere un account per la propria identità digitale e dunque far parte di un processo di snellimento in una realtà, quella pubblica, ancora legate a procedure farraginose e poco lineari, che da tempo portano gli utenti a lamentare una gestione troppo articolata.

Il primo passo è stato proprio andare in direzione di una semplificazione, che può essere garantita inizialmente da un unico account e dall’accesso semplificato alle tante procedure per la PA. Quello del processo di rinnovamento è una forte urgenza per il nostro paese, che da tempo si sta muovendo per accelerare in tal senso e per garantirsi un margine di crescita, grazie a un supporto sostanzioso delle nuove tecnologie. Vedremo i prossimi passi, ma per il momento sembra un passo importante provare a snellire un meccanismo rimasto fermo per troppo tempo e ora decisamente orientato alla modernità e all’innovazione.