Un Google “Adwords Redesign” per un mondo solo mobile

2017-02-06T10:12:56+00:00 06/febbraio/2017 |Google, Sem|

google adwords redesignSul Googleblog italiano le notizie più recenti si mischiano fra la classifica delle ricerche più frequenti sul motore ed i video di Youtube più visualizzati del 2016 senza alcun accenno al rilascio ufficiale della versione di Google Adwords ridisegnata.

Su adwords.googleblog.com, una dichiarazione di fine marzo 2016 rivelava un progetto già  avviato per la piattaforma di advertising più utilizzata al mondo. Essendo in vita da 15 anni, i “dipendenti” di Google si sono domandati se la versione esistente di Adwords ne avrebbe resistiti altri 15 con lo stesso successo senza alcun mutamento.

Avendo quindi effettuato un’indagine su un campione di utenti disparati (dal venditore al dettaglio alla multinazionale, dal principiante all’esperto), l’azienda ha rinvenuto risposte illuminanti, ed è  prorio grazie agli utenti coinvolti che è riuscita a definire una linea di redesign efficace nei confronti degli advertiser e degli advertised.

In realtà, ciò che ha spinto la colonna portante dell’informatica a tale revisione, è l’analisi dei dati di traffico: nel trilione di ricerche annuali più della metà  proviene da smartphone e mobile. Il dato è  chiaramente determinato dall’evoluzione tecnologica odierna; l’utente soddisfa le sue esigenze attraverso i device più prossimi fisicamente e più veloci digitalmente (i telefoni).

Per quanto riguarda Adwords i principali obiettivi individuati per il redesign sono:

  • Material Design | integrare la piattaforma nel codice di linguaggio creato da Google per rendere più intuitiva l’esperienza dell’utente
  • Espansione del testo degli annunci | due linee titolo da 30 caratteri e descrizione da 80 in modo da fornire una risposta più accurata e dettagliata
  • Display Responsive Ads | passando immagine, titolo e sottotitolo, Google sarà in grado di creare campagne display per ogni tipo di schermo
  • Bidding diversificato nella stessa campagna | l’offerta sulle parole chiave può variare nel medesimo account a seconda della destinazione “fisica”
  • Google Maps Cross | all’interno delle mappe, le risposte alle ricerche dell’utente si distingureranno, attraverso i colori delle puntine, fra organiche e sponsorizzate.

Il completamento del redesign era previsto per la fine del 2016; l’inizio del 2017 è destinato al test della nuova versione.
Attraverso i riscontri su un segmento selezionato, Google avrebbe avviato la fase di rifinitura per giungere al rilascio ufficiale di un Adwords ancora più efficiente e funzionale.

Nonostante la versione redesign non sia ancora disponibile a tutti, è inopinabile affermare che l’innovazione proposta è frutto del potenziale (o meglio ancora del potere) di Google: dati e numero di utenti.

L’analisi di questo connubio infatti guiderà il colosso del web non soltanto verso una ridefinizione dell’advertising, ma verso una totale riprogettazione del mondo dei servizi al fine della completa ottimizzazione per mobile, la quale implica una perpetua semplificazione dell’esperienza dell’utente.