Nome a dominio: perchè registrarlo e come sceglierlo

2020-10-23T13:36:23+00:00 23/ottobre/2020 |Domini web, Nomi a dominio|

Il nome a dominio è il primo passo per costruire una presenza online di successo. E’ necessario per realizzare un sito web, presentarsi in rete, avere degli indirizzi email personalizzati per comuncare con clienti e potenziali.

Senza la registrazione di un dominio non è possibile costruire un’adeguata strategia di marketing e acquisire nuovi clienti. Ma come fare ad orientarsi e scegliere il nome giusto?

Proviamo prima di tutto a capire cos’è un nome a dominio e qualche consiglio pratico per registrarlo.

Cos’è un dominio?

Un dominio è il nome che identifica in maniera univoca un’azienda, un brand o un’organizzazione sul web. Esso è composto da due parti principali separate da un punto: il nome vero e proprio e l’estensione come .it, .com, .net etc.
Grazie a questo nome univoco si può accedere al sito di un’azienda come ad esempio register.it.

Perchè è importante registrare un nome a dominio?

Come abbiamo detto un dominio è come un biglietto da visita online senza il quale non ci si può presentare in maniera degna.
Registrandolo si da maggiore credibilità al proprio business ed è il modo migliore per iniziare a vendere o mostrare online i propri prodotti o servizi.
Con un nome a dominio si può anche proteggere il proprio brand su internet e difendersi dalla concorrenza oltre che farsi trovare in modo più semplice e veloce da clienti e potenziali.

Come scegliere un nome di successo?

Un dominio deve trasmettere cosa sei, di cosa ti occupi e deve rappresentare la tua azienda o il tuo progetto.
E’ importante includere nel proprio nome il proprio brand, le parole chiave che identificano il business e cercare di registrare nomi brevi e semplici da ricordare.

E’ consigliabile non inserire trattini, acronimi o parole in altre lingue che rendono un nome poco memorabile. E’ inoltre fondamentale non registrare un dominio di un competitor o il brand altrui per non incorrere in problemi legali

Per quale estensione optare?

Ci sono vari tipi di TLD tra cui scegliere, quelli geografici, quelli generici, i new gTLD, e quelli sponsorizzati. Cerchiamo di capire le differenze:

  • I domini geografici o territoriali (ccTLD, Country Code Top Level Domain), sono domini identificano una nazione o una specifica area geografica, ad esempio .it è l’estensione che identifica l’Italia, .es la Spagna, .eu l’Europa.
  • I domini generici (gTLD Generic Top Level Domain), sono quelli più comuni e più utilizzati in Rete, come per esempio il .com, .net .info
  • I nuovi gTLD sono domini generici di ultima generazione, in quanto usciti relativamente di recente e aprono nuove opportunità in quanto sono organizzati per settore, business, hobby e ce ne sono veramente a centinaia. Qualche esempio: .online, .shop, .bio, .design, .club etc.
  • I domini sponsorizzati ( sTLD, Sponsored Top Level Domain, sottocategoria dei gTLD), sono gestiti da agenzie o associazioni come ad esempio il .museum è un sTLD regolato dal “Museum Domain Management Association”.

Ma come scegliere il TLD giusto?
Conviene optare per un estensione geografica quando il proprio progetto è fortemente legato al territorio  o una generica quando si vuole dare un  taglio più internazionale al proprio business.

Se il proprio nome è disponibile in più estensioni, è suggerito proteggere il proprio brand con più TLD.

In nuovi gTLD, inoltre, aprono nuove opportunità: essendo usciti da poco, infatti, è più facile trovare una di queste estensioni libere piuttosto che una di quelle più “tradizionali”. Invece che cambiare il nome per registrare a tutti i costi un gTLD o un geografico, quindi, è consigliabile lasciare invariato il nome che meglio ci identifica e optare per un nuovo TLD.

Facciamo un po’ di chiarezza.

Sul web esistono moltissimi termini come dominio, url o sito. Ma quali sono le differenze?

Il nome a dominio indirizza gli utenti ad uno specifico sito web o pagina e, per ogni sito, può esistere un unico nome. Ogni pagina, immagine o media del sito, invece, ha un URL che possono essere infinite.
Ad esempio: www.register.it è il dominio, mentre www.register.it/domains è una url che contiene all’interno il dominio register.it

Molti, inoltre,  confondono il nome di dominio con il sito web, ma i due termini sono molto diversi. Sebbene un nome di dominio e un sito web siano strettamente correlati, non sono la stessa cosa:  un sito web è la raccolta di file e linguaggio necessario per realizzare le pagine e l’effetto finale che viene visualizzato dagli utenti. In pratica un sito è quello che un utente vede quando visita il nome di dominio o URL specifici.

Capito il valore di un dominio e come sceglierlo nel modo giusto non puoi non registrare subito il tuo indirizzo web e presentarti al meglio in rete.