Microsoft compra Dell

Novità per Dell, l’azienda informatica fondata nel 1984 diventata celebre per la possibilità lasciata ai clienti di assemblare i pezzi hardware, lasciando ampie possibilità di personalizzazione. Cresciuta  negli anni anche grazie a questo tipo di approccio è diventata in poco tempo tra i colossi dell’informatica e proprio ieri ha annunciato un cambiamento importante per  la propria organizzazione. La novità sta nell’uscita dalla borsa e dal passaggio di proprietà a Microsoft. Per essere più precisi, Dell ha detto addio alla borsa con un’operazione da  24,2 miliardi di dollari lasciando agli azionisti 13,65 dollari per azione e lasciando a capo del gruppo il fondatore Michael Dell con il 16% del capitale. Microsoft dal canto suo ha deciso di acquisire per avere a tutti gli effetti nel proprio gruppo un produttore hardware, capace di garantire così un buon margine di recupero nelle vendite del  Pc e coinvolgendo Dell in altri settori di mercato, [...]

2015-06-26T10:21:37+00:00 06/febbraio/2013 |Novità|

Cloud Computing: Dell acquisisce Boomi

Anche Dell sembra interessarsi sempre di più al mondo del cloud computing, soluzione attualmente al centro dell'attenzione nel mondo dell'hosting. La compagnia vorrebbe fornire una soluzione ai clienti che permetta loro di creare e gestire infrastrutture cloud proprie. A questo scopo Dell ha recentemente acquisito Boomi, proprietaria della piattaforma Boomi AtomSphere utilizzata per integrare diverse soluzioni di cloud computing in molte grosse aziende in giro per il mondo. Dell vuole creare una interazione attiva con le strutture già esistenti, fornendo accesso al data center e ai propri servizi. Naturalmente la compagnia è anche in grado di fornire soluzioni hardware. Staremo a vedere quali saranno gli sviluppi futuri. Foto | Flickr

2010-11-04T13:09:21+00:00 04/novembre/2010 |Hosting|

Dell non costruirà più data center

Nell'ambito dei data center stiamo verificando due correnti di pensiero differenti: da un lato le compagnie che dimezzano le proprie infrastrutture, utilizzando il cloud ed accorgimenti per una efficienza energetica e risparmio in spazi più piccoli; dall'altro le compagnie che moltiplicano i propri data center, investendo soldi in strutture all'avanguardia anche dal punto di vista ecologico. Dell, invece, ha deciso di sorprendere tutto il settore annunciando che non costruirà più data center. La compagnia ha infatti compreso che costa molto meno riutilizzare le strutture e il materiale già presente che espandersi. Sfruttando la vitualizzazione, Dell ha visto un aumento dell'utilizzo dei server dal 12-18% al 42%. Dell vuole concentrarsi quindi sulla qualità dei servizi, concentrati in meno strutture. Via | Greenbiz Foto | Flickr

2010-05-03T11:39:07+00:00 03/maggio/2010 |Datacenter|