Anche Google sbaglia

In questi giorni i cittadini fiorentini e probabilmente anche quelli di molte altre città italiane, non potranno fare a meno di notare grandi cartelloni pubblicitari relativi al servizio Google My Business. Facendo colazione al bar e leggendo distrattamente il giornale, di nuovo un’intera pagina dedicata al servizio per presentare la propria azienda in rete, con una bella immagine che spiega come, essere visibile su un dispositivo mobile equivale ad avvicinare un negozio ai clienti. Il gigante della rete ogni tanto decide di uscire dalla sua area di comfort, il mondo digitale, incontrando i potenziali clienti nella loro vita di tutti i giorni.  Chiaramente lo fa nel suo stile, con una bella grafica luminosa e pulita, da dove emergono i colori primari che ricordano uno dei brand più famosi del pianeta, probabilmente il più famoso del mondo occidentale. E forse il punto è proprio questo. Dando per scontato che [...]

2018-11-10T08:06:12+00:00 07/novembre/2018 |Google, Nomi a dominio|

Google penalizzerà le pagine lente

È stato annunciato attraverso il blog ufficiale, ci sono novità importanti in casa Google. La velocità delle pagine diventa un fattore importante. Lo è soprattutto in virtù delle ricerche e delle esigenze degli utenti, che chiedono risultati in fretta e il più possibile fruibili. Per questo a partire da luglio 2018 lo Speed Update verrà applicato a tutte le pagine e influirà su quelle più lente, penalizzandole. Un recente studio aveva dimostrato come la prestazione di velocità potesse incidere anche sul mobile, dato che la maggior parte dei collegamenti avviene proprio tramite mobile. E dunque più le pagine sono veloci meglio è, come dimostrano i dati raccolti e mostrati proprio da Google. Da 1 a 3 secondi la probabilità di rimbalzare da una pagina cresce del 32%, da 1 a 5 secondi cresce del 90%, da 1 a 6 secondi oltre il 100%. Un modo chiaro per spiegare che [...]

2018-02-13T12:10:50+00:00 05/febbraio/2018 |Google|

Uno strano caso di phishing per Google

Un episodio avvenuto qualche giorno fa ha riguardato il gigante di Mountain View. Alcuni utenti hanno infatti trovato nella loro casella mail un invito a condividere un documento in Google docs. Pochi giorni dopo è arrivata la comunicazione ufficiale, in cui si è cercato di spiegare quanto accaduto e quali fossero le conseguenze. Gli utenti seguendo l’invito a condividere il documento si trovavano dirottati su una pagina che poteva sembrare effettivamente di Google, per poi registrare e lasciare i loro dati su ulteriori sotto pagine, fino a una possibile pagina documenti che non era reale. Nel frattempo però erano stati intercettati indirizzi mail e account. Un intricato caso di phishing che ha colpito per la sua complessità, ma anche perché ha visto protagonista Google, che ha prontamente spiegato nei commenti l’accaduto e ha tranquillizzato gli utenti spiegando l’intervento riparatore: la cancellazione degli account dai quali è partito l’attacco e la [...]

2017-05-08T13:47:47+00:00 08/maggio/2017 |Google, Novità|

Nuovi Domini: differenze comportamentali fra Registry

La Charleston Road Registry Inc. (alias Google) si è portata a casa la gestione di 42 nuovi domini (sia Generic che Brand Top Level Domains) ed è ancora in disputa con eventuali competitors per altri 9. Attualmente ne ha rilasciati al pubblico soltanto 3: .soy (I am), .how e . みんな (everyone). Di queste estensioni, tutte generiche e senza particolari regole di registrazione, la più fortunata è .how. Disponibile da gennaio 2015, ha raggiunto un totale di 2363 domini (un numero relativamente basso considerando la reputazione dell’azienda). Tuttavia nei 39 New gTLDs delegati a Google e non ancora disponibili al pubblico, se ne trovano esempi con aspettative di successo di diffusione ben più elevate, come ad esempio .app, .drive e .channel. Da notare sono anche le operazioni di Amazon all’interno del mercato dei nuovi domini: ne ha ottenuti ben 48, di cui una sola è stata liberalizzata. Il .aws (Amazon Web [...]

2016-10-28T09:33:10+00:00 27/ottobre/2016 |Novità, Nuovi Domini|

Siti Online: come posizionarsi sui motori di ricerca in Cina

La Cina con i suoi 1,357 miliardi di abitanti, rappresenta il 20% del totale della popolazione mondiale ed è tra i mercati di maggiori interesse per le aziende che portano il Made in Italy oltre i confini nazionali. Tante le opportunità di business, in particolar modo per le aziende online. Il tasso di penetrazione di Internet tra la popolazione è infatti ancora al 50%, con oltre 600 milioni di potenziali utenti ancora offline. Non è sempre semplice però operare sul web ed ottenere risultati positivi. Il caso di Google shopping search qualche anno fa, con il colosso di Mountain View che decise di sospendere l’attività, lo dimostra. La regolamentazione del web a livello governativo, comporta attenersi alle disposizioni anche in materia di Seo e di motori di ricerca, settore dominato da Baidu. Come posizionarsi online in Cina e fare Seo su Baidu: non esiste una formula magica per apparire in [...]

2016-10-06T14:02:17+00:00 06/ottobre/2016 |Novità, Seo|